Pensione, chi ha (davvero) diritto all’assegno sociale: nulla di scontato

Occhio alla pensione! Chi ha diritto e come funziona l’assegno sociale? Ecco la verità che non ti aspetti.

Sono in molti a chiedersi come funziona e soprattutto chi ha diritto ad ottenere l’assegno sociale. Entriamo quindi nei dettagli per vedere quali sono i requisiti richiesti e tutto quello che c’è da sapere in merito.

assegno sociale
Foto © AdobeStock /Canva

Anche nel corso del 2022, ovviamente, è possibile andare in pensione, purché in possesso di determinati requisiti anagrafici e contributivi. In particolare ricordiamo che per accedere alla pensione di vecchiaia bisogna aver compiuto almeno 67 anni di età e maturato 20 anni di contributi.

Può tuttavia capitare che, pur avendo raggiunto l’età minima richiesta, non si rispettino altri requisiti necessari per poter accedere al trattamento pensionistico. Proprio in tale ambito ecco che entra in gioco l’assegno sociale. Ma chi ne ha diritto e come funziona? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Pensione, attenzione, chi ha diritto alla pensione di vecchiaia?

Abbiamo già visto che giungono ottime notizie per molti lavoratori che in possesso di determinati requisiti possono uscire dal mondo del lavoro con 15 anni di contributi. Oggi, invece, ci soffermeremo su un’altra possibilità, ovvero quella di richiedere e ottenere l’assegno sociale. Ma chi ne ha diritto e come funziona?

Ebbene, come già detto può capitare di aver raggiunto i 67 anni di età ma di non poter andare in pensione in quanto non in possesso di determinati requisiti. A tal proposito, infatti, ricordiamo che poter accedere alla pensione di vecchiaia è necessario che il soggetto interessato abbia versato almeno 20 anni di contributi.

Ma non solo, è importante ricordare che se non ha versato alcun contributo prima del 1996, non è sufficiente avere almeno 67 anni di età e 20 anni di contributi. È necessario, infatti, che la persona interessata abbia diritto ad un importo pari almeno 1,5 volte l’assegno sociale INPS. Quest’ultimo, ricordiamo, per l’anno 2022 è pari a 468 euro circa.

Pensione, attenzione, chi ha diritto all’assegno sociale? Ecco tutto quello che c’è da sapere

In assenza di tali requisiti, quindi, anziché la pensione di vecchiaia è possibile richiedere l’assegno sociale. Per avere diritto a quest’ultima forma di sostegno assistenziale, sottolineiamo, bisogna avere almeno 67 anni di età e presentare i seguenti requisiti reddituali:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • 6085,30 euro all’anno nel caso in cui il richiedente sia celibe o nubile;
  •  12.170,60 euro complessivi annui, nel caso in cui il richiedente sia sposato. In questo caso, infatti, bisogna sommare i redditi di entrambi i coniugi.

Come è facile intuire, quindi, gli unici requisiti richiesti per ottenere l’assegno sociale sono di tipo anagrafico e reddituale. Nel caso in cui si abbia diritto a tale misura, pertanto, non bisogna fare altro che presentare apposita richiesta all’Inps, con l’istituto di previdenza che provvederà ad erogare il relativo importo. Quest’ultimo, ricordiamo, nel 2022 è pari a 468,10 euro per 13 mensilità.