Canone Rai, attenzione, c’è chi ha diritto al rimborso: la verità che non ti aspetti

Attenzione, c’è chi ha diritto al rimborso del canone Rai addebitato in bolletta. Svelata la verità che non ti aspetti.

Buone notizie in arrivo per molte persone che hanno diritto al rimborso del canone Rai addebitato in bolletta. Ma come è possibile e soprattutto come farne relativa richiesta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

rimborso canone Rai
Foto © AdobeStock /Canva

Tra i mezzi di comunicazione più diffusi e utilizzati si annovera senz’ombra di dubbio la televisione. Quest’ultima, infatti, ci offre la possibilità di attingere ad informazioni e notizie di vario genere in modo facile e veloce, restando comodamente seduti sul divano di casa. Per poter accedere ai vari canali, però, è necessario pagare il canone Rai.

Quest’ultimo, come bene sappiamo, si rivela essere tra le voci più odiate dagli italiani. Proprio per questo motivo, quindi, interesserà sapere che giungono buone notizie per molte persone che hanno diritto al relativo rimborso. Ma come è possibile e soprattutto come farne relativa richiesta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Canone Rai, attenzione, c’è chi ha diritto al rimborso: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come siano diverse le ipotesi in ballo in merito alle modalità di riscossione del canone Rai, dato che a partire dal 2023 non potrà più essere addebitato in bolletta. Sempre soffermandosi su questa voce che pesa sul nostro bilancio, inoltre, interesserà sapere che giungono buone notizie per molte persone che hanno diritto al relativo rimborso.

Entrando nei dettagli, interesserà sapere, questo è possibile se una persona si vede addebitare il canone Rai in bolletta anche quando non dovuto. In questo caso il soggetto interessato deve inviare il modello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate attraverso l’apposito servizio web. In alternativa è possibile inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno al seguente indirizzo, ovvero:

“Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV- Casella postale 22, 10121 Torino”. Il tutto avendo l’accortezza di allegare copia di un documento di identità in corso di validità. Ma non solo, è necessario indicare anche il motivo per cui si richiede il rimborso del canone Rai. Diverse, in effetti, sono le circostanze in cui è possibile avanzare tale richiesta.

Ad esempio hanno diritto al rimborso coloro che hanno compiuto almeno 75 anni di età e presentano un reddito complessivo inferiore a quota 8 mila euro. Ma non solo, ne hanno diritto anche coloro che hanno pagato due volte la misura in questione. Questo ad esempio può avvenire in seguito all’addebito del canone sulle fatture relative ad un’utenza intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica.

Per finire, ovviamente, possono richiedere il rimborso coloro che si sono visti addebitare il canone Rai in bolletta, pur non avendo in casa la televisione. Se aventi diritto, quindi, il rimborso verrà effettuato direttamente in bolletta da parte della società che fornisce energia oppure dalla stessa Agenzia delle Entrate.

Impostazioni privacy