Busta paga più ricca di 200 euro, l’attesa è finita: e non è tutto…

La busta paga di ottobre sarà più ricca di 200 euro per alcune categorie di lavoratori. È finalmente in arrivo il Bonus una tantum per le categorie inizialmente escluse.

Ottobre, mese di aumenti in busta paga. Più misure consentiranno nel complesso di sorridere quando si leggerà l’importo della retribuzione.

busta paga bonus 200
Canva

I lavoratori non potranno che stupirsi davanti alla busta paga del mese di ottobre. L’importo sarà sicuramente più alto rispetto ai mesi precedenti per un avvicendarsi di misure diverse. Si inizia dal taglio del cuneo fiscale del 2% che va ad aggiungersi allo sgravio contributivo dello 0,8% applicato da inizio anno. Dato che la misura è retroattiva a partire da luglio, la busta paga di ottobre non sarà incrementata solamente della maggiorazione del mese in corso ma anche degli arretrati. Si tratta di poche decine di euro, da 20 euro su uno stipendio di 1.500 euro alle 53 euro su una retribuzione di 2.692 euro che moltiplicati per i tre mesi di arretrati comportano aumenti dai 60 ai 160 euro circa. Si aggiungerà, poi, il Bonus 200 euro per alcune categorie di lavoratori ad incrementare ulteriormente la busta paga di ottobre.

Busta paga con 200 euro in più, per chi?

Riceveranno i 200 euro una tantum i lavoratori inizialmente esclusi dalla misura. Parliamo di coloro che non hanno beneficiato dello sgravio contributivo dello 0,8% per almeno una mensilità tra gennaio e giugno 2022. Rientrano nella categoria le donne in maternità, i lavoratori in congedo parentale, gli assenti per malattia propria o di un figlio, i lavoratori in cassa integrazione.

Ad attendere il Bonus sono anche i disoccupati NASPI, DIS COLL e i disoccupati agricoli, i lavoratori autonomi, gli incaricati alle vendite a domicilio, i dottoranti e assegnisti di ricerca, i collaboratori sportivi, i neo pensionati dal 1° luglio 2022, i lavoratori stagionali e i subordinati. Allo stesso modo riceveranno i 200 euro anche coloro che hanno rapporti di lavoro in essere a partire dal 1° luglio dell’anno in corso. È un’importante novità che favorisce chi ha ricevuto contributi figurativi nel periodo di esonero ex L. 234/21.

I requisiti di accesso per i neo assunti

I lavoratori con rapporto di lavoro in essere da luglio 2022 riceveranno una busta paga più ricca di 200 euro. Spetterà ai datori di lavoro erogare la misura dopo che i dipendenti avranno inviato l’autodichiarazione in cui si attesta di non aver già ricevuto la misura, di non essere a conoscenza di non aver diritto al Bonus per non soddisfazione dei requisiti e di essere stato destinatario di eventi con copertura integrale INPS dal 1° gennaio 2022 al 18 maggio 2022. I datori potranno poi recuperare l’indennità versata con l’Uniemens.

E non finisce qui, nel mese di novembre arriverà il Bonus 150 euro.

Impostazioni privacy