Whatsapp, ecco la novità che non ti aspetti: sui social ormai vince il gruppo

Strumento ormai imprescindibile nella vita di qualsiasi cittadino lo smartphone aggiunge sempre più novità al nostro quotidiano.

Lo smartphone, il vecchio telefono cellulare perennemente collegato alla rete, è capace di condizionare letteralmente la vita di chiunque. Oggi più che mai ogni cittadino ne possiede uno, tranne rarissimi casi. Le novità conseguenti all’operatività di questo strumento sono sempre più ricche e diffuse. Il mondo dei social, ad esempio è sempre pronto a svolte più o meno attese in chiave tecnologica.

truffa whatsapp
foto adobe

Tra le applicazioni di maggior successo ai nostri giorni figurano sicuramente quelle capaci di mettere in contatto in qualsiasi momento ed in qualsiasi modo più persone tra loro. La svolta, nel nostro presente, in quanto a progresso tecnologico inizia a piccoli passi probabilmente da tali dinamiche. Chiamate, video chiamate, sms, tutto è possibile attraverso apparentemente innocue app che di fatto determinano più che mai il nostro quotidiano.

Tra queste su tutte, spicca WhatsApp, impegnata ormai da un po’ di tempo in una perenne lotta con Telegram, altra app di successo nel ramo della comunicazione in una sfida a colpi di innovazione. La differenza sostanziale tra le due applicazioni è da ricercarsi in piccole opzioni, in funzionalità particolari che vanno a determinare la particolarità di questa o di quell’altra struttura social. Il risultato, cosi come anticipato, è di fatto una perenne competizione.

WhatsApp, appartenente alla grande famiglia Meta, di cui fa parte anche Facebook, dovrebbe lanciare a breve una nuova funzionalità legata al contesto delle video chiamate. Lo stesso Mark Zuckerberg sul suo profilo Facebook insieme a Will Cathcart (il CEO di WhatsApp) sul suo profilo Twitter ha annunciato questa imminente novità che prima o poi dovrà ufficialmente essere presentata. Stiamo parlando dei cosiddetti “Call Links”.

Whatsapp, ecco la novità che non ti aspetti: stanno arrivando i “Call Links”

Nello specifico con il termine in questione si vanno a a definire quei link diretti alle chiamate, attraverso i quali è possibile entrare i una chiamata o video chiamata evitando alla persona che è già dentro la dinamica di chiamare l’altra attraverso la rubrica. In sintesi basterà l’invio di un link per entrare nella chiamata in questione. Una funzionalità per molti assolutamente banale in un certo senso ma che comunque mancava tra quelle dell’app tanto rinomata.

Inoltre per tutti gli utenti l’immediato futuro porterà anche una ulteriore funzionalità. Lo stesso Mark Zuckerberg ne ha annunciato il progetto: “Stiamo anche testando le videochiamate sicure criptate per un massimo di 32 persone”Attualmente il limite previsto è di 8 utenti ma presto si potrà arrivare fino a 50 persone all’interno di una chiamata approfittando però di un piccolo trucchetto: il passaggio attraverso una stanza di Facebook. Il tutto al momento è ancora in fase sperimentale, si parla di primi test per comprendere la fattibilità dell’intero progetto.

Oggi più che mai insomma il progresso passa attraverso lo smartphone e le applicazioni che di fatto ne vanno a caratterizzare la funzionalità. Social su tutti ma non solo. Restare connessi alla rete, h24, oggi è una delle necessità assolute di milioni di utenti, per lavoro ma non solo. Lo smartphone in tempo reale ci consente di retare collegati al mondo intero. Nessun punto del pianeta risulta teoricamente irraggiungibile per qualsiasi cittadino.

La velocità delle comunicazioni la vastità delle opzioni praticabili. Oggi più che mai ci troviamo di fronte ad una sorta di bivio esistenziale. Il mondo reale o quello virtuale, il contatto diretto, fisico, o quello immateriale scandito dai tempi del social. La risposta alla domanda è da ricercare tra le strade del nostro quotidiano ed appare, almeno cosi, d’impatto, praticamente scontata. Smartphone, social, WhatsApp, la chiave del futuro potrebbe restringersi a questo preciso raggio d’azione. La concorrenza per il momento, resta a guardare.

Impostazioni privacy