Digitale terrestre, nessuna schiarita: gli italiani ancora in difficoltà

Quella che era stata annunciata come una vera e propria rivoluzione fatica di fatto a decollare in tutta la sua specificità.

Negli ultimi mesi è stata forte l’attesa dei cittadini per la tanto annunciata rivoluzione nel comparto televisivo per quel che riguarda la trasmissione dei canali in digitale terreste. Una vera e propria evoluzione tecnologica, i risultati insomma del progresso accertato in quello specifico campo. Il passaggio graduale allo standard trasmissivo DVB-T2. I problemi, per la verità sono arrivati sin da subito, dalle prime operazioni di graduale passaggio.

Digitale terrestre canali
Foto © AdobeStock

I problemi insomma non mancano, oggi cosi come all’inizio del processo di passaggio alla nuova tecnologia. Negli ultimi giorni infatti numerosi utenti hanno manifestato la propria difficoltà nel vedere il Tg regionale della propria regione. Il disagio in questione è di fatto molto comune nel nostro paese e non sono mancate nel recente periodo operazioni legate al ripristino di una normale visione, per cosi dire. I problemi in ogni caso sono piuttosto evidenti.

Cosi come in altri casi segnalati nel corso dei mesi il problema potrebbe essere legato ad esempio al segnale ricevuto, alla qualità insomma dello stesso segnale. Potrebbe dipendere inoltre dalla tipologia di decoder utilizzato oppure magari potrebbe essere riconducibile alla necessita di una nuova sintonizzazione degli stessi canali. Ad ogni modo la questione sembrerebbe assolutamente risolvibile. Lo stesso web offre le giuste soluzioni al problema.

La migliore delle operazioni da mettere in pratica è quella del cambio decoder. Nei mesi scorsi lo stesso Governo ha provveduto a fornire bonus specifici per consentire ai cittadini di cambiare il proprio supporto in questione nel modo più agevole possibile. Nel caso in cui poi ad essere cambiata doveva essere la tv, un altro bonus è corso in aiuto dei cittadini. La rottamazione della vecchia tv ha consentito un risparmio considerevole per l’acquisto di una nuova.

La piattaforma di shopping on line Amazon, potrebbe ad esempio avere la giusta soluzione per chi ha intenzione o necessità di cambiare il proprio decoder digitale terrestre. Una offerta davvero imperdibile vede infatti il Decoder DVB-T2 Stick Kingbox a soli 21,98 euro, invece di 39,99 euro. In questo caso si avrebbe a disposizione un prodotto dalle modeste dimensioni ed assolutamente allineato alle esigenze, per cosi dire, delle nuove tecnologie in campo.

Digitale terrestre, nessuna schiarita: cosi dovrebbe essere la nostra nuova lista canali

Nel caso specifico della nuova sintonizzazione dei canali del digitale terrestre è utile considera in assoluto la proceduta in se. Il sistema andrà in automatico a stabilire, a ricercare insomma la frequenza corrispondente al canale di Rai 3 per quel consentire la visione ad esempio del Tg regionale di riferimento. Avviandola, andrà quindi a spostare il TGR RAI 3 desiderato, nelle numerazioni che vanno dalla 801 alla 823  al numero 3 del telecomando. Lo schema da tenere ben impresso è quello presente di seguito:

digitale-terrestre-lista-programmazioni-regionali-rai-3

La procedura insomma in maniera del tutto automatica dovrebbe andare a ristabilire quelle che sono le varie frequenze da utilizzare per la visione del canale Rai 3 relativo alla nostra zona di appartenenza geografica. In linea di massima la lista canali per cosi dire aggiornata alle ultime modifiche al sistema, dovrebbe essere visualizzata nel seguente modo:

1 Rai 1 HD
2 Rai 2 HD
3 Rai 3 TGR Regione
4 Rete4 HD
5 Canale5 HD
6 Italia1 HD
7 LA7 HD
8 TV8 HD
9 NOVE
10 Emittente locale
11 Emittente locale
12 Emittente locale
13 Emittente locale
14 Emittente locale
15 Emittente locale
16 Emittente locale
17 Emittente locale
18 Emittente locale
19 Emittente locale
20 20Mediaset HD
21 Rai 4
22 Iris
23 Rai 5
24 Rai Movie
25 Rai Premium
26 Cielo
27 27Twentyseven
28 TV2000
29 LA7d
30 La5
31 Real Time
32 QVC HD
33 Food Network
34 Cine34
35 Focus
36 RTL 102.5
37 GM24

I problemi in questione, insomma tra qualche settimane potrebbero essere soltanto un cattivo ricordo. Si cerca il miglioramento dello stesso sistema, i tecnici dello Stato lavorano assiduamente per creare le condizioni ottimali per il lancio definitivo di questa piccola grande rivoluzione tecnologica.

Impostazioni privacy