Bonus trasporti, c’è ancora tempo per le adesioni: le modalità d’accesso

Una delle misure recenti più apprezzate dai cittadini è stata sicuramente quella riguardante il bonus trasporti. 

Dal momento in cui è stato possibile aderire alla misura in questione una infinità di richieste sono arrivate da parte della cittadinanza. La volontà di sostenere le famiglie italiane, in questa fase tanto complessa ha spinto infatti l’esecutivo a riaprire in qualche modo i bandi di adesione per provare ad accontentare quanti più cittadini possibile. Il tutto mostra ancora una volta l’impegno da parte del Governo nel provare a cercare soluzioni concrete alla tremenda fase di crisi.

foto adobe

Soltanto un mese fa, una delle ultime misure lanciate dal Governo Draghi ha fatto letteralmente il pieno tra le adesioni dei cittadini. Oggi si rende necessaria una sorta di riapertura delle operazioni di adesione da parte degli stessi. Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando, ha di fatto, cosi annunciato, in merito alla nuova misura: “Un importante risultato raggiunto con l’obiettivo di sostenere famiglie, studenti, lavoratori e pensionati in un momento di crisi causata anche dal rincaro energetico”.

Nel caso specifico del Bonus trasporti parliamo di una agevolazione attuata dal Governo guidato da Mario Draghi, relativa all’acquisto di un abbonamento annuale o mensile al trasporto pubblico. In questo caso la portata della misura riguarda il collegamento pubblico di natura, locale, regionale, interregionale e ferroviario. Il tutto rientra in un’ottica che al di la del risparmio guarda alla possibilità concreta di utilizzare il meno possibile l’automobile.

L’agevolazione in questione è stata istituita dallo stesso esecutivo attraverso il Decreto Aiuti, e successivamente rifinanziata con il Decreto Aiuti bis. Il tutto con una copertura finanziaria prevista di 180 milioni di euro. Il bonus può arrivare ad una cifra massima di 60 euro e si determina attraverso l’importo dell’abbonamento annuale o mensile che il cittadino ha scelto di acquistare. Le richieste previste del bonus sono considerate nell’ordine di una al mese.

Ogni nuova domanda è prevista chiaramente per lo stesso importo massimo di 60 euro. Fino al prossimo mese di dicembre sarà dunque possibile provvedere ad ulteriori richieste di agevolazione. Il tutto è destinato a persone fisiche che nell’anno 2021 hanno dichiarato un reddito complessivo non superiore a 35mila euro.

Bonus trasporti, c’è ancora tempo per le adesioni: come richiedere l’agevolazione

Per presentare la propria domanda per il bonus trasporti è necessario fare richiesta attraverso la piattaforma preposta del Ministero del Lavoro presso l’indirizzo web bonustrasporti.lavoro.gov.it. Una volta avuto accesso al sito web è necessario effettuare l’ingresso presso la propria area riservata utilizzando lo SPID oppure la CIE-Carta di Identità Elettronica. Successivamente sarà richiesta una autocertificazione relativa al reddito dichiarato per l’anno 2021.

In merito poi alla possibilità di effettuare la richiesta per il bonus in questione per i propri figli va specificato che le domande sono da intendersi separate. Non è prevista, infatti, la possibilità di effettuare un’unica richiesta in merito. L’accesso alla piattaforma citata consente la richiesta di un sola agevolazione per volta. Richiedere quindi una ulteriore agevolazione comporta un ulteriore accesso alla stessa piattaforma ministeriale.

Le aziende di trasporto pubblico convolte nelle dinamiche riguardanti il bonus in questione sono 1115. Tutte devono aver chiaramente attivato la possibilità di sottoscrivere abbonamenti mensili, plurimensili o annuali. L’elenco completo degli operatori del traporto pubblico per l’appunto coinvolti è disponibile attraverso gli stessi canali istituzionali. La suddivisione, per agevolare le varie operazioni, è applicata prendendo in considerazioni la relativa zona geografica di appartenenza.

Avremo quindi: Nord Italia – Sud Italia – Sud – Isole. Una misura che insomma più che mai soddisfa le aspettative dei cittadini in un momento tanto complicato per le famiglie italiane e non solo. Una misura confermata, rinnovata, fino ad esaurimento fondi, che consente di risparmiare due volte. L’agevolazione in merito alla possibilità di utilizzare il trasporto pubblico offre una valida opportunità all’utilizzo dell’automobile, eliminando, quindi, dal bilancio mensile ulteriori e forse ancora più importanti spese. Una misura assolutamente perfetta insomma.