Quali sono i Bonus attivi in questi ultimi mesi del 2022? Non perdete le occasioni

Scopriamo quali sono i Bonus attivi sul finire del 2022 per non perdere occasioni di risparmio importanti in attesa di nuove agevolazioni.

Vecchi Bonus da richiedere prima che si aggiungano alla lunga lista altre opportunità di risparmio dopo la formazione del nuovo esecutivo.

Bonus attivi
Adobe Stock

Con la pandemia il Governo ha dato libero sfogo alla fantasia ideando Bonus di diversa natura per sostenere economicamente la popolazione. Ora l’emergenza pandemica è finita ma la necessità di agevolazioni da parte dello Stato continua. Di conseguenza anche il 2022 è stato un anno ricco di opportunità di risparmio principalmente dedicate, naturalmente, a chi ha un ISEE basso. Ma non mancano le misure rivolte a tutti i cittadini indipendentemente dal reddito. Insomma un caldarone di agevolazioni a cui attingere ma solo dopo aver conosciuto requisiti e funzionamento di ogni singolo Bonus. Chissà se anche il nuovo Governo di prossima formazione che avrà al comando presumibilmente Giorgia Meloni getterà qualche altro “ingrediente”.

Bonus attivi sul finire del 2022, l’elenco

Il Superbonus 110% spetterà fino al 31 dicembre 2022 solo avendo terminato il 30% dei lavori su case unifamiliari entro il 30 settembre 2022. Scadenza il 30 novembre, invece, per i lavoratori autonomi che rientrano nel Bonus 200 euro e in quello da 150 euro una tantum. Ricordiamo che il limite reddituale da rispettare è di 35 mila euro per il primo e di 20 mila euro per il secondo e che l’erogazione scatterà previo invio della domanda tramite apposita piattaforma.

In scadenza il 31 dicembre alcuni Bonus edilizi come il Bonus facciate con detrazione al 60% e il Bonus barriere architettoniche che prevede la detrazione del 75%. Il Superbonus 110% rimarrà per il 2023 per poi scendere al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025 a meno che la nuova futura premier non modifichi la misura nei prossimi mesi. Stesso termine ultimo per il Bonus bollette che le aziende possono erogare ai dipendenti per sostenerli economicamente contro l’inflazione e supportarli nel pagamento delle bollette di luce, gas e acqua.

Continuiamo con le altre misure da richiedere

Il 31 dicembre scadrà la possibilità di inoltrare domanda del Bonus part time dedicato a chi ha svolto un lavoro part time nel 2021. L’agevolazione vale 550 euro. Continuiamo con il Bonus trasporti del valore di 60 euro per ammortizzare le spese degli abbonamenti mensili o annuali dei trasporti pubblici e il Bonus mobili e grandi elettrodomestici. Quest’ultimo consente di recuperare il 50% della spesa sostenuta per comprare arredi ed elettrodomestici di classe energetica elevata.

Concludiamo con il Bonus prima casa dedicato agli under 36 che permette di evitare il pagamento delle imposte avendo un ISEE inferiore a 40 mila euro.

Impostazioni privacy