Legge 104, televisori pc e smartphone a condizioni sorprendenti: è tutto vero

La Legge 104 concede agevolazioni per l’acquisto di Pc o smartphone. I requisiti fondamentali, però, sono regolati dalla legge stessa.

Le indennità concesse dalla Legge 104 non si inseriscono solo sul piano lavorativo. I permessi retribuiti, sia per i titolari del beneficio che per chi eventualmente si fa carico di loro, rappresentano una parte essenziale del quadro agevolativo.

Bonus Pc Legge 104
Foto © AdobeStock

Tuttavia, la Legge 104 estende di molto il suo ventaglio, mettendo a disposizione altri aiuti quali Iva agevolata per determinati acquisti, detrazioni (ed esenzioni) fiscali e accesso a bonus particolari. Nei primi due casi, soprattutto, l’aiuto concesso è piuttosto marcato. La detrazione fiscale del 19% vale fino a un tetto di spesa di 2.840 euro, valido per l’acquisto di auto o macchinari medici, mentre l’agevolazione sull’Iva porta la percentuale dal 22% al 4%. Il principio è comunque lo stesso: il tutto può essere richiesto sia dalla persona con disabilità che dal familiare del quale eventualmente risulta fiscalmente a carico. Per quel che riguarda gli acquisti, si parla di dispositivi elettronici e apparecchiature meccaniche o informatiche.

Un lettore ci chiede: “Buonasera, le volevo porre una domanda: è possibile acquistare un PC o una televisione a prezzo agevolato essendo titolari di Legge 104 soggetta a revoca? Grazie”.

Un quesito che pone essenzialmente due questioni: da un lato il diritto all’agevolazione per l’acquisto di un dispositivo particolare, dall’altro la possibilità di beneficarne anche a fronte di un passo indietro rispetto alla concessione dei benefici della legge in questione. La prima parte della questione è regolata dagli stessi principi del provvedimento, che include nel pacchetto agevolativo modem, computer, telefoni fissi e cellulari. In pratica, sia smartphone che Pc potranno essere acquistati con detrazione ma solo a patto di rispettare determinati requisiti.

Legge 104, ok al Bonus Pc: quali documenti vanno presentati

Le condizioni di chi patisce una disabilità richiedono interventi mirati. Fra questi, l’acquisto di Pc, tablet, smartphone e quant’altro non si pone in modo secondario. Il punto, infatti, è consentire a tali persone la possibilità di mantenere rapporti sociali facilitati, beneficiando di strumenti di inclusione anche a fronte di una situazione sanitaria che li porta a dover ridurre le loro relazioni. In primis sul posto di lavoro o nelle sedi di studio. Pc, tablet e tutti gli altri strumenti tecnologici possono quindi essere acquistati beneficiando delle varie agevolazioni previste dalla Legge 104. È tuttavia necessario attestare il proprio status attraverso documentazione medica, allegando certificazioni che comprovino la disabilità funzionale permanente.

Il certificato in questione dimostrerà che l’acquisto del dispositivo, di qualunque esso si tratti, sia finalizzato al benessere psicofisico e sociale del soggetto a cui è destinato. Qualora tali dettagli non fossero specificati nel certificato, al momento della transazione andrà integrata la documentazione con una certificazione specifica del medico curante. La quale attesti la correlazione fra patologia e accesso al beneficio (Legge n. 120 del 11 settembre 2020). Sarà quindi il venditore ad applicare l’Iva agevolata del 4% sull’acquisto. Qualora l’acquirente fosse già riconosciuto come affetto da disabilità, non dovrà far altro che presentare un’autocertificazione con allegati i documenti di identità.

Conclusione

Per quel che riguarda la detrazione fiscale del 19%, al fine dell’ottenimento tutte le informazioni relative al proprio status di disabilità dovranno essere inserite direttamente nella dichiarazione dei redditi. Fra questi:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo
  • certificazione di invalidità rilasciata dalla Commissione medica;
  • la certificazione di riconoscimento della disabilità rilasciata sempre dall’ASL. Se accompagnata da un documento di identità può inserire anche l’autocertificazione non autenticata;
  • la fattura, ricevuta o quietanza del pagamento del prodotto acquistato.

In risposta al quesito posto dal lettore, la condizione essenziale posta dalla Legge 104 al fine dell’agevolazione è la “copia del certificato attestante l’invalidità funzionale permanente“. Il quale dovrà essere rilasciato “dall’azienda sanitaria locale competente o dalla commissione medica integrata”. Pertanto, solo se in possesso di tale documento è possibile accedere a entrambe le indennità