Esenzione bollo auto: con quale grado di invalidità si risparmieranno molti soldi

L’esenzione dal pagamento del bollo auto è concessa unicamente ad alcune categorie di cittadini tra cui gli invalidi. Scopriamo qual è la percentuale che farà risparmiare.

Le persone con invalidità possono richiedere e ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo auto e risparmiare molti soldi.

esenzione bollo auto
Adobe Stock

Gli automobilisti non sono contenti di pagate ogni anno il bollo auto. Le spese legate alla proprietà di un veicolo sono già tante e onerose, non serve una tassa aggiuntiva a complicare la situazione. Assicurazione, carburante, manutenzione, cambio delle gomme, revisione, la lista è lunga e l’importo finale oneroso. Riuscire ad ottenere l’esenzione del bollo auto, dunque, sarebbe un vantaggio da non sottovalutare ma la platea dei beneficiari è ristretta. Sono esenti dal pagamento i proprietari di veicoli elettrici, di auto con più di trent’anni e i titolari di Legge 104 ossia persone invalide e caregiver che si occupano di un familiare con disabilità grave.

Esenzione del bollo auto per i titolari di Legge 104, cosa sapere

Le persone con handicap certificato e i loro caregiver sono esenti dal versamento dell’odiata imposta. Nello specifico, l’agevolazione è concessa alle persone con disabilità grave ossia con menomazione fisica o psichica oppure sensoriale che determina difficoltà di apprendimento, socializzazione e integrazione lavorativa. L’elenco continua con i genitori dei soggetti con disabilità grave, il coniuge della persona invalida, i parenti o affini fino al secondo grado oppure fino al terzo grado qualora il familiare assistito abbia compiuto 65 anni o risulti affetto da patologia invalidante.

Con la definizione di handicap grave si includono i cittadini disabili sordi o non vedenti, i soggetti con pluriamputazioni o gravi difficoltà di deambulazione e le persone con disturbi psichici e mentali tanto gravi da rendere indispensabile la presenza di un accompagnatore secondo le condizioni stabilite nella Legge 104.

Requisiti e condizioni dell’agevolazione

Per richiedere l’esenzione del bollo auto occorrerà che il veicolo posseduto dal disabili o dal caregiver abbia una cilindrata di 2.0 litri se a benzina e di 2.8 litri se a diesel. La domanda potrà essere avanzata online dal familiare che assiste l’invalido a condizione che il soggetto risulti a carico e non abbia un reddito personale superiore a 2.840,51 euro all’anno.

L’handicap dovrà essere certificato da una commissione incaricata INPS e potrà essere utilizzato per chiedere l’esenzione di un solo veicolo intestato al disabile. Presentando la documentazione allegata alla domanda di esenzione, dunque, occorrerà indicare anche la targa del mezzo a cui si fa riferimento. Infine, un dettaglio importate sulla tempistica. La richiesta dovrà essere inoltrata entro 90 giorni dalla scadenza del termine entro il quale si sarebbe dovuto effettuare il pagamento.

Impostazioni privacy