Stipendi record, il sogno di tutti: ecco dove è davvero possibile

Tempi duri per i lavoratori italiani e non solo. Nel nostro paese il livello medio di retribuzione è tra i più bassi in Europa.

Il sogno nascosto, forse nemmeno poi tanto, di ogni lavoratore italiano, e forse non solo? Guadagnare di più, sempre e comunque. In alcuni casi il tutto nasce dalla volontà, comune, di fare sempre più soldi, di avere sempre maggiori possibilità economiche, in altri invece il tutto è legato alla reale esigenza di dover portare a casa somme di denaro più alte. Necessità insomma, nient’altro.

Stipendio
Fonte Adobe Stock

Per quel che riguarda, nello specifico, il nostro paese, è chiaro a tutti che la qualità delle retribuzioni non è delle migliori, anzi, stando a quello che dicono particolari statistiche risulta essere le peggiori in Europa. Differenze sostanziali nelle modalità di trattamento che abbracciano qualsiasi categoria lavorativa. Il discorso riguarda l’essere operaio, l’essere un professionista qualsiasi, l’essere medico, tutto insomma. Le nostre retribuzioni, quelle italiane sono letteralmente misere.

La situazione generale, in molti casi spinge molti italiani, soprattutto i più giovani a cercare collocazione altrove, uscire dal proprio paese per cercare lavoro in alti contesti europei. Questo per essere sicuri di ricevere in cambio di una prestazione lavorativa una retribuzione congrua al proprio livello professionale, agli standard medi, ed al costo della vita. Un insieme di fattori che qui, in Italia, nella maggior parte dei casi nessuno o quasi considera davvero.

A tale proposito esistono chiaramente delle gerarchie, per cosi dire, ma forse non si tratta del termine più appropriate, forse andrebbe meglio classifiche. Una suddivisione dei vari paesi europei in base alla qualità potenziale di retribuzione elargita, settore per settore. In molti ad esempio fissano un tetto dei sogni a quota 5mila euro al mese. Follia pura per milioni e milioni di lavoratori, ma qualcosa non del tutto impossibile stando a ciò che ci racconta la realtà.

Stipendi record, il sogno di ogni cittadino: ecco dove si possono guadagnare 5mila euro al mese

Una recente classifica, per l’appunto, stilata da Paylab ci fornice un quadro molto preciso della situazione generale. I cinque paesi in cui si è più pagati sono Svizzera, Liechtenstein, Stati Uniti, Danimarca e Lussemburgo. Quattro dei cinque, per l’appunto, si trovano in Europa. Passiamo ora a definire, attraverso le statistiche riportate dalla stessa indagine quelli che sono gli stipendi medi lordi in ognuno dei cinque paesi citati, cosi, giusto per farsi un’idea.

In Svizzera lo stipendio medio lordo è pari a 7498 dollari mensili. In Liechtenstein 6191 dollari mensili, negli Usa troviamo invece una cifra media di circa 5908 dollari. Per quel che riguarda la Danimarca 5877 dollari mensili mentre in Lussemburgo invece parliamo di una cifra media di 5080 dollari al mese. Cifre altissime insomma, nemmeno paragonabili a quello che troviamo ad esempio nel nostro paese, anche nel caso di posizioni lavorative di un certo prestigio.

Altro dato abbastanza confortante per chi immagina di trasferirsi all’estero per cercare, in qualche modo fortuna, è la vicinanza della maggior parte dei paesi citati, con Danimarca e Lussemburgo addirittura membri dell’Unione Europea. Condizioni insomma del tutto favorevoli per chi proviene dall’Italia. In questo senso, appare più complicato ad esempio entrare in Svizzera, il paese con gli stipendi più alti in assoluto. Una pressante burocrazia rende di fatto difficile l’accesso a chi prova a stabilirsi nel territorio elvetico. Niente di impossibile però, trovandosi nella giusta posizione, forte dei requisiti adatti.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Sognare insomma si può, allontanarsi dall’idea della precarietà, della diseguaglianza e dell’approssimazione, in alcuni casi, spot quanto più congeniale nel rappresentare il mondo del lavoro di casa nostra. Guadagnare di più, trovare la giusta dimensione lavorativa, collocarsi nel modo più opportuno e giusto all’interno di un modo dell’occupazione sempre più fragile, almeno nel nostro paese insomma è possibile, più che possibile, a quanto pare.