Canone Rai, chi ha diritto all’esonero nel 2023? La verità che non ti aspetti

Chi potrà beneficiare dell’esonero dal pagamento del canone Rai nel corso del 2023? Ecco la verità che non ti aspetti.

Anche nel corso del 2023 in molti potranno beneficiare dell’esonero dal pagamento del canone Rai. Ma chi ne avrà diritto? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

esonero canone rai
Foto © AdobeStock

In un mondo all’insegna della tecnologia come quello attuale, la televisione continua a ricoprire un ruolo importante nella nostra vita. Questo mezzo di comunicazione, infatti, offre la possibilità di accedere a informazioni di vario genere, a partire dalle notizie di attualità fino ad arrivare a quelle sportive molto altro ancora.

Per poter accedere ai vari canali, però, bisogna pagare il canone Rai. Proprio quest’ultimo si rivela essere tra le voci più odiate dagli italiani, con molti che si chiedono chi potrà beneficiare del relativo esonero nel corso del 2023. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Canone Rai, chi ha diritto all’esonero nel 2023? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere che a partire dal 2023 il canone Rai non potrà più essere addebitato in bolletta. Diverse le ipotesi in ballo in merito alle modalità di riscossione di tale imposta, così come i dubbi in merito ai casi di esonero. Ebbene, bisogna sapere che anche per il 2023 verranno confermate le stesse casistiche di esonero previste per l’anno in corso.

Entrando nei dettagli, quindi, potranno non pagare il canone Rai coloro che non possiedono alcun apparecchio televisivo. Ma non solo, hanno diritto al relativo esonero anche le persone over 75 con un reddito annuo pari a massimo 8 mila euro, così come i diplomatici e i militari stranieri residenti nel nostro Paese.

In ogni caso, è bene ricordare, l’esonero non viene riconosciuto in modo automatico. I soggetti interessati e aventi diritto, infatti, devono provvedere a presentare apposita richiesta attraverso il modulo messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Tale operazione può essere effettuata rivolgendosi ad un Caf o patronato. In alternativa è possibile inviarne relativa richiesta tramite il servizio disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate oppure inviando un plico senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV – Casella Postale 22-10121 Torino.