Prelievo, soldi… gratis: la mossa che sfida i pagamenti digitali

Conto corrente Arancio lancia una promo a scadenza per mantenere il prelievo accanto agli strumenti digitali. Ma il tempo è poco.

 

Più pagamenti, meno contanti. Potrebbe sembrare un paradosso ma, in realtà, è un trend ormai anche piuttosto radicato fra gli italiani. Un’inversione che, fino a poco tempo fa, sarebbe stata quasi inverosimile.

Prelievo bancomat
Foto © AdobeStock

Chiaro, la pratica del prelievo non sarà facile da soppiantare. Tuttavia, durante la pandemia l’urgenza di facilitare i sistemi di pagamento da remoto, così come il disbrigo di pratiche relative alla Pubblica amministrazione, ha reso evidente la comodità dei sistemi elettronici. Il tutto in un momento particolarmente favorevole alla logica delle transazioni tracciabili, che hanno visto nel Cashback di Stato un tentativo (non del tutto riuscito) di incentivare sempre di più i consumatori a utilizzare strumenti come carte e bancomat per saldare acquisti, bollette e quant’altro. La ragione della nuova predilezione per forme di pagamento simili non parla solo la lingua della tracciabilità. L’uso del contante genera anche costi ulteriori per le banche che, digitalizzando le proprie strutture, hanno cercato di ridurre abbassando il numero delle filiali.

Prova ne sia che, di recente, hanno preso sempre più piede le banche interamente digitali. Un boom che ha costretto anche i gruppi maggiori a rivedere i loro piani, rafforzando i servizi online a discapito delle filiali tradizionali. L’obiettivo iniziale era quello di evitare problematiche di assembramenti presso le varie sedi. Ora come ora, si punta soprattutto a snellire le procedure e facilitare il rapporto fra cliente e istituto bancario. In questo senso, anche il contante rischia di diventare, in un prossimo futuro, uno strumento quasi superfluo. Anche in luogo del potenziamento dei controlli fiscali, che hanno portato all’obbligo di accettazione di pagamenti digitali, qualunque sia il loro importo.

Prelievo gratuito: ecco la mossa che si pone come salva-contante

La data limite dell’iniziativa non è a lunga scadenza. Tutto arriverà a compimento entro il 29 settembre e sarà ad appannaggio di Conto Corrente Arancio, via ING Bank, branca del gruppo olandese ormai presente in oltre quaranta Paesi del mondo (15 quelli europei). Il nome della promozione è Canone Conto + Carta di Credito gratis, il tutto per un anno. E, parimenti, tutto perfettamente digitale, con conto corrente online attivabile in pochissimi istanti tramite app di sicurezza. La carta di debito Mastercard sarà utilizzabile senza nessun costo di apertura, con Pin e possibilità di sospensione immediata. Una promo a scadenza prossima ma comunque piuttosto appetibile, anche per dei potenziali nuovi clienti.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il quadro delle agevolazioni è del tutto speculare a quello dei conti correnti classici: bonifici Sepa fino a 50 mila euro online e addirittura al telefono, oltre che un modulo di assegni all’anno. Attivando la carta di credito Mastercard Gold entro il 31 dicembre, inoltre, porterà alla gratuità del canone per un anno. Al termine del quale, la gratuità resterà per tutti i mesi in cui la spesa minima sarà di 500 euro. Oppure se dovesse vigere un piano Pagoflex. In caso contrario, il costo sarà decisamente sostenibile, in quanto non supererà i 2 euro al mese. Il tutto accompagnato da tutte le caratteristiche dei conti correnti digitali, con notifiche in tempo reale, limiti di spesa e Pin personalizzabile. La chicca sarà l’azzeramento delle commissioni sul prelievo. Un’inversione di tendenza che mantiene aperte tutte le strade. Al cliente la scelta su quale seguire.