Inps, evitare sanzioni salate se non si pagano i contributi: le soluzioni che non ti aspetti

Evitare sanzioni salate nel caso in cui non si pagano i contributi è possibile. Ecco le soluzioni che non ti aspetti.

Attenti a non pagare i contributi Inps in quanto si rischia di incorrere in sanzioni particolarmente salate. Evitare una vera e propria stangata, però, è possibile, grazie a delle soluzioni che non ti aspetti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

inps sanzioni
Foto © AdobeStock

Ormai da oltre due anni ci ritroviamo a dover fare i conti con tutta una serie di eventi che hanno un impatto negativo sulle nostre vite dal punto di vista sia sociale che economico. Riuscire a far fronte alle varie spese risulta sempre più difficile, con molte persone che non riescono purtroppo ad arrivare alla fine del mese. Tanti e diversi, d’altronde, sono i costi da dover sostenere e che pesano sul nostro bilancio.

Se tutto questo non bastasse, ci si può ritrovare in alcuni casi a dover pagare anche delle sanzioni particolarmente salate. Lo sanno bene coloro che non pagano i contributi Inps e che rischiano di dover fare i conti con delle sgradite sorprese. Evitare tutto ciò, però, è possibile, grazie a delle soluzioni che non ti aspetti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Inps, evitare sanzioni salate se non si pagano i contributi è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere assieme come siano in tanti a chiedersi come fare per evitare il pignoramento della propria casa nel caso in cui non si effettui il pagamento del mutuo. Sempre in tale ambito, inoltre, sono in molti a chiedersi come fare per evitare sanzioni salate nel caso in cui non si pagano i contributi.

Ebbene, come ben sappiamo, sono tanti i datori di lavoro che si ritrovano a dover pagare delle sanzioni salate in seguito al calcolo errato del tetto annuale degli oneri sociali dell’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale.

Proprio al fine di evitare di imbattersi in una situazione del genere, quindi, è fondamentale che i datori di lavoro siano ben consapevoli del fatto che nel corso del 2022 il tetto salariale da prendere in considerazione per il calcolo del contributo previdenziale INPS è di 105.014 euro.

Inps, evitare sanzioni salate se non si pagano i contributi è possibile: ecco come fare

Ovviamente a rischiare di dover pagare delle sanzioni particolarmente salate sono anche i lavoratori autonomi, nel caso in cui non provvedano appunto al pagamento dei contributi. Anche in questo caso quindi, come è facile immaginare, sono in molti a chiedersi come fare per evitare una vera e propria stangata.

Ebbene, bisogna sapere che ridurre le sanzioni, in determinati casi, è possibile. Questa agevolazione, infatti, può essere richiesta all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale nel caso in cui il soggetto interessato dimostri che eventi eccezionali, come ad esempio calamità naturali o emergenze sanitarie, hanno messo in crisi la propria attività.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Solo nel caso in cui si dimostri che le proprie entrate sono diminuite per cause di forza maggiore, quindi, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale potrebbe optare per una riduzione sulle sanzioni conseguenti il mancato versamento dei contributi.