Occhio alle cattive indicazioni al volante: possono rubarvi ogni cosa

Negli ultimi anni abbiamo purtroppo imparato a convivere con una serie di rischi più che mai concreti nascosti in molte situazioni.

Al giorno d’oggi il cittadino medio è ben consapevole dei rischi che può correre semplicemente affrontando il quotidiano. Non parliamo di difficoltà legate al mondo del lavoro oppure al modo di affrontare i tempi che corrono, che già di per se necessiterebbero una serie di attente indicazioni, ma di alcune situazioni che improvvisamente potrebbero riguardare gli stessi cittadini.

truffa auto gratis
Foto © AdobeStock

Quello che insomma potrebbe accadere al cittadino in particolari situazioni spesso ha davvero dell’incredibile. Facendo riferimento, ad esempio alla possibilità di incappare in qualche malintenzionato intento soltanto ad approfittare di determinate evoluzioni dei fatti, è opportuno mai fidarsi ad esempio, troppo, delle persone che possiamo dunque incrociare per strada. Ancor di più, le raccomandazioni, si fanno necessarie se ci si trova in auto, alla guida.

Più volte leggendo le cronache di ogni giorno veniamo a conoscenza di fatti che forse potevamo ignorare del tutto. La presenza, per le strade di malintenzionati pronti ad approfittare, per l’appunto di ogni eventuale situazione per un proprio tornaconto personale è qualcosa che di recente pare essere diventato un vero e proprio problema per tutti. I casi in cui tali operazioni, per cosi dire, si verificano sono bene o male sempre gli stessi.

L’ambito della truffa, purtroppo per i cittadini è ben organizzato nel nostro paese. Al di la di ciò che può succederci ad esempio navigando in rete, oppure rispondendo al telefono oppure ancora in altre situazioni bisogna stare attenti, più che mai anche a quando si sta al volante. Non è la prima volta, infatti, che le forze dell’ordine ricevono segnalazioni in merito a particolari approcci dei malintenzionati, proprio mentre si è in strada alla guida della propria auto.

Occhio alle cattive indicazioni al volante: ecco come provano a rovinarvi la vita

Uno degli espedienti utilizzata dai malintenzionati in strada è quello di fingere premura per poi passare all’attacco. Nei fatti quello che accade è che in contesti particolari, come ad esempio i parcheggi dei centri commerciali, ad esempio, una coppia di complici provvede a squarciare una gomma di un’automobile a caso. Una volta arrivato il legittimo proprietario sottopongono la cosa al diretto interessato. Questi provvederà dunque a sostituire la gomma oppure a cercare in qualche modo soccorso.

In quel frangente, mentre uno dei due complici di fatto tiene impegnata la vittima, l’altro provvede a svuotargli la stessa automobile di ogni oggetto di valore eventualmente presente. Smartphone, tablet, portafogli e quant’altro. Per quanto possa sembrare banale tutto ciò, è certo che quello in questione è uno dei modi assolutamente più efficaci per truffare ignari cittadini da parte dei malintenzionati di turno, ma non è ovviamente tutto.

Molte volte poi abbiamo sentito di automobilisti richiamati all’attenzione, mentre sono al volante della propria auto da altri automobilisti. Questi, in genere, fingono di essere stati urtati, spesso addirittura colpendo la vettura della potenziale vittima con una pietra per simulare un colpo. A quel punto, i truffatori, chiedono un risarcimento per quanto accaduto, mostrando ammaccature e danni in realtà non provocati dall’altra persona. Il tutto si conclude con la richiesta per l’appunto di una somma di denaro, cosi alla buona, per risolvere il tutto.

Difendersi da tentativi di truffa simili a quelli elencati non è certo semplice. L’indicazione però che potrebbe salvare il portafogli e non solo, delle povere potenziali vittime in questione è quella di non fidarsi mai. Mai prendere per buono ciò che viene comunicato loro mentre sono al volante della propria auto. Situazioni spesso assurde, surreali, che certo, possono essere evitate. Non prestare il fianco insomma, ignorando ogni tipo di approccio e dubitando di quelli che possono apparire come veri e propri gentili e disinteressati approcci.