Al ristorante nessuno è più al sicuro: ecco cosa è successo a una turista

Niente di prevedibile, niente d minimamente immaginabile. Quello che è successo ad una turista nel nostro paese ha dell’incredibile.

Una situazione che nel suo insieme probabilmente mai avremmo considerato, ma anche questo è possibile, anche questo, al giorno d’oggi riempie le cronache. Oggi più che mai insomma la consapevolezza di non essere al sicuro abbraccia milioni di italiani e purtroppo il presente considera anche i tifosi. Anche loro, da oggi in poi immagineranno una determinata condizione nel nostro paese.

Furto
Adobe

Oggi più che mai il tema sicurezza è al centro del dibattito politico e non solo. Sempre più di frequente, nelle maggiori città italiane, cosi come in un certo modo anche in tutte le altre non si arresta l’ondata di furti a turisti e non solo a loro. La grande città rappresenta in qualche modo la vetrina del nostro paese, ciò che di fatto ha di maggiormente interessante, da offrire, almeno seconde le dinamiche di questo mercato. Il fatto di cronaca che avviene nella grande città rappresenta chiaramente uno spot negativo.

La sicurezza ovviamente non riguarda solo i turisti ma a questo punto principalmente i cittadini italiani. Sono loro infatti ad essere vittime, giorno dopo giorni di furti e raggiri nei luoghi più insospettabili possibili. L’ultimo evento, che la cronaca ha raccontato nel migliore dei modi ha come protagonista Roma. La città eterna insomma ha rappresentato per una turista un momento di certo non piacevole nel corso del suo viaggio in Italia. Niente di più sgradevole.

La dinamica di quanto accaduto è stata perfettamente illustrata anche attraverso il noto social network Tic Toc. Da quel momento insomma la visibilità dell’accaduto ha toccato vette altissime. Il racconto del furto è più che mai inverosimile. Una coppia seduta ai tavoli di un noto ristorante romano. Entrambi distratti dallo smartphone, intenti a compiere chissà quale operazione, ed una terza persona che sbuca dal nulla e porta via dallo schiena della sedia il borsello della ragazza.

Al ristorante nessuno è più al sicuro: le reazioni indignate purtroppo non sono una sorpresa

Il filmato del frutto, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del locale sono finite successivamente su numerose pagine social, come ad esempio la nota “Welcome to favelas” su Instagram ed è stato inoltre ripreso da Repubblica.it. A questo punto il tema sicurezza, soprattutto in questa fase tanto delicata che porterà alle elezioni politiche il prossimo 25 settembre ritorna ad essere di fondamentale importanza per gli italiani e come abbiamo visto non solo per loro.

Il fatto di cronaca, chiaramente non è nuovo in città, gli ultimi giorni hanno offerto talmente tanti spunti che a questo punto la dinamica sembra mentalmente acquisita dalla maggior parte dei romani. Uno scenario da brividi insomma. La povera ragazza, venuta  conoscere Roma e l’Italia, si è di colpo ritrovata senza soldi e senza documenti, prigioniera nel vero senso della parola di una situazione ed una condizione assolutamente fuori dal comune.

Carta d’identità, carta di credito e tanto altro, questo conteneva il borsello sottratto alla povera turista, tutto ciò che le occorreva per restare nel nostro paese da turista insomma. Ora tutto le è stato portato via. Soltanto pochi giorni prima la stessa sorte era toccata ad un’altra turista in vacanza a Roma. La ragazza era seduta al tavolo di un noto ristorante dell’Esquilino quando un improvvisa mossa di uno scippatore le ha portato via ben tre catenine, una delle quali d’oro. Una mossa messa in atto davanti a tutti, cosi come se nulla fosse. In quel caso il malintenzionato è stato subito individuato e fermato dalle forze dell’ordine con l’intera refurtiva.

La situazione insomma si fa pesante, con sempre più scippi, furti improvvisati in qualsiasi luogo e la consapevolezza che nessuno può dirsi al sicuro. La sicurezza torna ad essere un reale problema nel nostro paese. Questo è poco ma sicuro.