Imu addio: nasce una nuova tassa regionale, salva la prima casa

Addio all’Imu che a breve verrà però sostituita da una nuova tassa sugli immobili. Ecco cosa sta succedendo.

Occhio alle novità inerenti l’Imposta Municipale Propria che a breve verrà sostituita da una nuova tassa. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

imu imposta regionale
Foto © AdobeStock

Casa dolce casa, il posto sicuro in cui poter trovare rifugio e staccare finalmente la spina dai vari impegni della vita quotidiana. Punto di riferimento indiscusso, d’altronde, proprio nella nostra abitazione possiamo essere sempre noi stessi, lontani da occhi indiscreti. Allo stesso tempo, però, non possiamo trascurare le varie spese che la propria casa porta con sé. Non ci riferiamo solamente ai prodotti tipici la pulizia della casa oppure del mutuo, ma anche dell’Imposta Municipale Propria.

Proprio l’Imu, in effetti, deve essere ogni pagata da molti proprietari di immobili, pesando inevitabilmente sul bilancio delle famiglie interessate. Proprio in tale contesto, pertanto, si invita a prestare attenzione alle novità. A breve, infatti, l’Imu verrà sostituita da una nuova tassa. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Imu, si va verso l’addio, ma arriva una nuova tassa sulla casa: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già visto come sia molto importante prestare attenzione all’importo dell’Imu in quanto entro questa soglia non bisogna effettuare il relativo pagamento. Sempre soffermandosi sull’Imposta Municipale Propria, inoltre, è bene sapere che a breve in molti potranno dire addio a tale tributo. L’Imu, infatti, è destinata ad essere cancellata.

Al suo posto arriverà una nuova tassa sulla casa, ovvero la cosiddetta Ili, ovvero imposta locale sugli immobili. Una novità che farà il suo debutto a partire da gennaio 2023 e che coinvolgerà i proprietari di immobili in Friuli Venezia Giulia. Questo è quanto stabilito dal disegno di legge regionale che è stato approvato in data 9 settembre in giunta dall’assessore alle autonomie locali, Pierpaolo Roberti.

Una novità senz’ombra di dubbio importante, con la nuova tassa regionale che vedrà l’esenzione totale del relativo pagamento sulle prime case. Con la norma nazionale invece, ricordiamo, risultano solo escluse. Cambiamenti in vista anche per le aliquote che verranno applicate sui vari immobili.

Si tratta, infatti, delle seguenti tre, ovvero: fabbricati ad uso abitativo diversi dall’abitazione principale, fabbricati strumentali all’attività economica e le aree fabbricabili. Non saranno apportati cambiamenti, invece, per quanto riguarda le attività di versamento, riscossione, accertamento ed eventuali sanzioni.