Riscaldamento troppo alto? Attenzione, arrivano le multe: scenario inaspettato

Occhio a non alzare troppo il riscaldamento in casa, in quanto si rischia di dover fare i conti con una vera e propria stangata a causa di alcune pesanti sanzioni.

Brutte notizie in arrivo per molte famiglie italiane che rischiano di incorrere in sanzioni particolarmente pesanti nel caso in cui decidano di alzare il riscaldamento di casa oltre una determinata soglia. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli per vedere tutto quello che c’è da sapere in merito e soprattutto cosa c’è da aspettarsi.

multe riscaldamento
Foto © AdobeStock

Un periodo storico particolarmente complicato quello in cui ci ritroviamo a vivere per via di tutta una serie di eventi che hanno un’incidenza negativa sia per quanto riguarda l’aspetto delle relazioni sociali che economiche. A peggiorare ulteriormente la situazione, poi, ci si mette l’aumento generale dei prezzi, che coinvolge i settori più disparati, compreso quello dell’energia. Proprio il caro bollette, purtroppo, rischia di diventare un vero e proprio salasso.

Se tutto questo non bastasse, giungono brutte notizie per molte famiglie italiane che rischiano di incorrere in sanzioni particolarmente pesanti nel caso in cui decidano di alzare il riscaldamento di casa oltre una determinata soglia. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli per vedere tutto quello che c’è da sapere in merito e soprattutto cosa c’è da aspettarsi.

Riscaldamento troppo alto? Attenzione, arrivano le multe: cosa c’è da aspettarsi

Come già detto, giungono brutte notizie per molte famiglie italiane che rischiano di incorrere in sanzioni particolarmente pesanti nel caso in cui decidano di alzare il riscaldamento di casa oltre una determinata soglia. Ma cosa sta succedendo e soprattutto cosa c’è da aspettarsi? Ebbene, come riportato anche da IlGiornale.it, le temperature verranno ridotte almeno di un grado.

Questo, quindi, vuol dire che non si potrà avere una temperatura superiore ai 19 gradi. Non si esclude, inoltre, la possibilità che venga imposto un ulteriore abbassamento del riscaldamento pari ad almeno due gradi. In quest’ultimo caso, quindi, non si potrebbero superare i 18 gradi.

Se tutto questo non bastasse, si avrà a disposizione un’ora in meno di riscaldamento al giorno e la data di attivazione potrebbe essere rinviata a novembre. Delle decisioni che non passano di certo inosservate, soprattutto considerando che nel caso in cui non si rispettino tali limiti, si rischia di incorrere in multe particolarmente pesanti, fino a circa 3 mila euro.

Riscaldamento troppo alto? Attenzione, arrivano le multe: le ipotesi

In realtà, è bene sottolineare, non vi sono ancora informazioni dettagliate in merito alle possibili sanzioni. A tal fine, infatti, si è ancora in attesa della pubblicazione integrale del testo ufficiale della misura in questione. Prendendo come punto di riferimento alcuni dati di Confedilizia, così come riportato sempre su IlGiornale.it, comunque, è possibile avanzare delle ipotesi in merito.

In particolare, come si evince dal Testo unico sull’edilizia del 2001, in merito al “risparmio e dell’uso razionale dell’energia“, si rischia una sanzione “non inferiore a 516 euro e non superiore a 2.582 euro“.

Nel caso in cui, invece, l’esecutivo dovesse decidere di far riferimento al decreto che recepisce la direttiva europea sull’efficienza energetica nell’edilizia del 2005, si rischierebbe una multa “non inferiore a 500 euro e non superiore a 3000 euro“.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Come già detto, comunque, si tratta ancora di ipotesi. Non resta quindi che attendere e vedere quali sanzioni verranno effettivamente applicate dal governo a coloro che non rispetteranno i limiti inerenti il riscaldamento.