Quanto guadagna un Carabiniere: non ci crederete

Sveleremo quanto guadagna un Carabiniere per conoscere il trattamento economico riservato a chi intraprende una carriera volta a garantire la sicurezza dei cittadini.

La carriera nell’Arma dei Carabinieri è un sogno per tanti giovani ma prima di intraprendere il percorso è bene soffermarsi sulla retribuzione promessa.

quanto guadagna Carabiniere
Adobe Stock

Entrare a far parte del Corpo dei Carabinieri è un obiettivo di molti giovani donne e uomini. L’intento è riuscire a trovare un’occupazione gratificante sia dal punto di vista personale che economico mentre si lavora per garantire la sicurezza dei cittadini. L’Arma, dunque, riesce a soddisfare un duplice scopo. Fare un lavoro che appassiona, dignitoso e motivante con la sicurezza di un posto statale in cui i guadagni sono riguardevoli. Naturalmente le cifre variano in base al ruolo ricoperto e inizialmente occorrerà accontentarsi di un contratto base con stipendio mensile netto di 1.200 euro.

Quanto guadagna un Carabiniere, facciamo chiarezza

Il trattamento economico percepito da un Carabiniere è formato da una quota fissa ossia lo stipendio mensile e da un’indennità pensionabile ossia un assegno mensile tabellare che sottostà alle stesse ritenute previdenziali dello stipendio. In più si sommano le eventuali indennità accessorie come gli straordinari.

Come accennato, lo stipendio lordo fisso dipende dal grado ricoperto. Annualmente le cifre da considerare sono:

  • 27.564,08 euro più 932,67 euro di indennità pensionabile per un Capitano,
  • 27.106,20 euro più 923,12 euro per un Tenente,
  • 25.045,76 euro più 886,79 euro per un Sottotenente,
  • 27.106,20 euro più 913,13 euro per un Luogotenente Carica Speciale,
  • 26.282,03 euro più 913,13 euro per un Luogotenente,
  • 25.641 euro più 902,50 euro per un Maresciallo maggiore con 8 anni nel grado,
  • 25.183,13 euro più 902,50 euro per un Maresciallo maggiore/Maresciallo aiutante,
  • 24.450,53 euro più 863,80 euro per un Maresciallo capo,
  • 23.992,65 euro più 836,98 per un Maresciallo ordinario,
  • 22.847,96 euro più 810,72 euro per un Maresciallo,
  • 23.031,11 euro più 833,08 euro per un Brigadiere capo qualifica speciale,
  • 23.031,11 euro più 833,08 per un Brigadiere capo con 4 anni nel grado,
  • 22.756,39 euro più 833,08 euro per un Brigadiere Capo,
  • 22.252,73 euro più 786,21 euro per un Brigadiere,
  • 21.382,76 euro più 782,53 euro per un Vice Brigadiere,
  • 22.252,73 euro più 721,20 euro per un Appuntato solo Qualifica Speciale,
  • 21.428,55 euro più 712,20 euro per un Appuntato scelto con 5 anni nel grado,
  • 21.336,98 euro più 712,20 euro per un Appuntato scelto,
  • 20.512,80 euro più 651,70 euro per un Appuntato,
  • 19.871,78 euro più 605,36 euro per un Carabiniere scelto,
  • 19.276,54 euro più 571,26 euro per un Carabiniere.

Dal lordo al netto, la tassazione da applicare

Le cifre presentate nel paragrafo precedente sono lorde. Per conoscere l’importo netto percepito dai Carabinieri occorre sapere qual è la tassazione da applicare. La Quota INPS lato dipendente è dell’8,8% e il Fondo Credito dello 0,35%. Poi c’è la ritenuta IRPEF pari al 35% per i redditi compresi tra 28 mila e 35 mila euro e al 25% per redditi compresi tra 15 mila e 28 mila euro. Da qui lo stipendio minimo netto stimato intorno ai 1.200 euro.