La pensione raddoppia, occorre agire subito: chi deve inoltrare domanda

La pensione raddoppia per alcuni pensionati che soddisfano determinati requisiti. Scopriamo come ottenere anche il doppio dei soldi.

Una strada poco conosciuta permette di raddoppiare l’importo dell’assegno pensionistico. Vediamo qual è per avere un’entrata aggiuntiva.

pensione raddoppia
Adobe Stock

L’attesa finisce, la pensione finalmente è dietro l’angolo, già si respira aria di meritato riposo ma poi si scopre l’importo dell’assegno pensionistico e tutti i castelli in aria crollano. Tanti lavoratori si ritrovano con una somma mensile bassa che non soddisfa affatto le aspettative e non consente di poter realizzare i mille progetti in mente. Viaggi, hobbies, regali, nulla di tutto questo sarà possibile se non si agisce riuscendo ad aumentare la cifra erogata mensilmente dall’INPS. Fortunatamente è possibile anche se in pochi conoscono lo “stratagemma” per raddoppiare la pensione. Naturalmente occorrerà rispettare specifici requisiti. Vediamo quali sono.

Pensione doppia per chi raggiunge una certa età

I pensionati al compimento dei 67 anni possono ottenere una pensione doppia a condizione di avere una certa situazione contributiva che tiene conto dei contributi versati nell’Assicurazione Generale Obbligatoria. Si tratta di una prestazione supplementare erogata al pensionato per far valere i contributi accreditati in una gestione differente da quella della titolarità della pensione di vecchiaia, di invalidità o per i superstiti.

La pensione supplementare spetta anche ai titolari di pensione a carico del Fondo Clero per i ministri di Culto delle professioni religiose diverse da quella cattolica, ai titolari di assegni vitalizi corrisposti in sostituzione della pensione e ai pensionati lavoratori del mondo dello spettacolo. L’importo erogato viene calcolato con sistema retributivo per contributi versati solo prima del 1° gennaio 1996, con sistema misto se i contributi sono stati versati sia prima che dopo la citata data e con sistema unicamente contributivo per contributi versati dal 1° gennaio 1996 in poi o dal 31 dicembre 2011.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Come inoltrare la domanda

Dopo aver accertato di soddisfare i requisiti per poter ottenere una pensione supplementare (tramite CAF o consulenti) sarà possibile inoltrare domanda online all’INPS. In alternativa si potrà chiamare il Contact Center al numero 06 164 164 (da mobile) o 803 164 (da fisso). Una volta accettata la richiesta, l’INPS comincerà ad effettuare i versamenti mensile che permetteranno di incrementare la pensione e in alcuni casi a raddoppiarli. I tempi di lavorazione della pratica si aggirano intorno ai 30 giorni. L’erogazione dell’importo avverrà su conto corrente bancario o postale oppure in contanti recandosi presso uno sportello di Poste Italiane.