Pensione, attenti al cedolino di settembre: altro che aumenti, brutte sorprese in arrivo

Occhio al cedolino delle pensioni di settembre. Altro che aumenti, in molti rischiano di dover fare i conti con delle brutte sorprese.

A differenza di quanto sperato, sono molti i pensionati che con il cedolino delle pensioni di settembre si ritroveranno a dover fare i conti con delle brutte notizie. Ma cosa c’è da aspettarsi e soprattutto chi sono i soggetti interessati? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

pensioni cedolino settembre
Foto © AdobeStock

Riuscire a far fronte alle varie spese della vita quotidiana risulta per molti sempre più complicato. Lo sanno bene, purtroppo, i tanti anziani che vivendo con pensioni al di sotto di 1.000 euro al mese non riescono ad arrivare alla fine del mese. Non crea stupore, pertanto, il fatto che siano in molti ad attendere impazientemente pagamenti dei trattamenti pensionistici di settembre 2022.

Proprio soffermandoci su quest’ultimi interesserà sapere che a differenza di quanto sperato, sono molti i pensionati che con il cedolino delle pensioni di settembre si ritroveranno a dover fare i conti con delle brutte notizie. Ma cosa c’è da aspettarsi e soprattutto chi sono i soggetti interessati? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Pensione, attenti al cedolino di settembre: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto sono molti i pensionati che purtroppo con il cedolino delle pensioni di settembre si ritroveranno a dover fare i conti con delle brutte notizie. Ma cosa c’è da aspettarsi e soprattutto chi sono i soggetti interessati?

Ebbene, come riportato su Informazione Oggi, a settembre in molti dovranno fare i conti con i tagli sul trattamento pensionistico per via dei conguagli a debito. Quest’ultimi, ricordiamo, non sono altro che il risultato del conguaglio IRPEF.

Quest’ultimo, come noto, calcolato in sede di dichiarazione dei redditi. A settembre, pertanto, chi ha registrato degli importi a debito si vederà decurtare dalla pensione le somme in questione.

Pensione, occhio alle trattenute sul cedolino di settembre: il motivo

Ma non solo, sempre a settembre anche altri pensionati dovranno fare i conti con una pensione più povera del solito, con trattenute pari a circa 11 euro oppure al 10% dell’importo del trattamento in questione. Ma di chi si tratta?  Ebbene, in quest’ultimo caso facciamo riferimento a coloro che hanno diritto a rendite collegate al reddito, ma che non hanno ancora provveduto ad inviare all’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale il modello RED.

Quest’ultimo, ricordiamo, deve essere inviato entro il prossimo 15 settembre 2022. I soggetti obbligati ad inviare tale tipo di comunicazione sono i pensionati che pur avendo già provveduto a presentare la dichiarazione dei redditi, devono comunque presentare il modello Red se vi sono altri redditi o comunque nel caso in cui si registri una variazione della situazione reddituale propria o comunque del proprio nucleo famigliare.

In caso di mancata presentazione di questo modulo, ricordiamo, si rischia di dover fare i conti con la revoca definitiva della prestazione collegata al reddito relativa al 2019. Nel frattempo coloro che non hanno ancora provveduto ad inviare tale comunicazione, dovranno fare i conti a settembre con delle trattenute sui trattamenti pensionistici. Tale taglio, come si evince sempre da Informazione Oggi, è pari a circa 11 euro per le integrazioni al trattamento minimo e del 10% per tutti gli altri tipi di trattamento.

Pensione, quando avranno luogo i pagamenti a settembre 2022

Per finire, dopo aver visto chi dovrà fare i conti con una pensione più bassa del solito a settembre 2022, vediamo assieme quando avranno luogo i relativi pagamenti. Ebbene, proprio come con le precedenti mensilità, anche nel corso del nono mese dell’anno i soggetti che si fanno accreditare la pensione direttamente sul conto si vedranno erogare il trattamento pensionistico il primo giorno bancabile del mese, ovvero il prossimo giovedì 1 settembre 2022.

Coloro che ritirano la pensione in contanti presso gli sportelli degli uffici postali, invece, potranno ritirare la pensione da giovedì 1 settembre a mercoledì 7 settembre 2022, seguendo il seguente calendario scaglionato in ordine alfabetico. Ovvero:

  • giovedì 1° settembre dalla A alla B;
  • venerdì 2 settembre dalla C alla D;
  • sabato 3 settembre dalla E alla K;
  • lunedì 5 settembre dalla L alla O;
  • martedì 6 settembre dalla P alla R;
  • mercoledì 7 settembre dalla S alla Z.