Doppio richiamo alimentare, due note catene di supermercati coinvolte nell’allerta

Doppio richiamo alimentare comunicato dal Ministero della Salute. Coinvolte le note catene di supermercati Coop ed Esselunga.

Due segnalazioni sono giunte a mettere in allerta i consumatori. I ritiri dagli scaffali dei supermercati riguardano prodotti che potremmo avere in dispensa tutti noi.

doppio richiamo alimentare
Adobe Stock

Continuano i richiami alimentari comunicati dal Ministero della Salute. I consumatori sono costantemente chiamati a prestare attenzione ai prodotti ritirati dagli scaffali dei supermercati. Le cause delle sparizioni sono molteplici e tutte influiscono negativamente sulla salute. Dalla presenza di frammenti di plastica a quella di ossido di etilene fino al rischio chimico e alla salmonella. Wurstel, gelati, pasta, salsicce, yogurt, la nostra spesa potrebbe nascondere ogni genere di pericolo se non si rimane informati sulle allerte lanciate dal Ministero della Salute. Negli ultimi giorni due nuovi casi da conoscere per controllare i recenti acquisti ed evitare, così, di consumare un prodotto potenzialmente pericoloso per la salute.

Doppio richiamo per Coop ed Esselunga, i prodotti incriminati

Un primo richiamo del Ministero della Salute riguarda i fagottini con cereali antichi al mirtillo Coop per la possibile presenza di corpi estranei all’interno delle confezioni. Sono interessati numerosi lotti fino al 26/08 compreso. Lo stabilimento di produzione è Coop Alleanza 3.0 di Villanova di Castenaso in provincia di Bologna situato in via Villanova 29/7. Coop invita i clienti a contattare il numero verde 800 000003 per chiedere ulteriori informazioni oppure a scrivere all’indirizzo e-mail filo.diretto@alleanza3-0.coop.it. 

In ogni caso si suggerisce di non consumare il prodotto ma di riportarlo presso il punto vendita di acquisto e richiedere il rimborso. Non sarà necessario presentare lo scontrino fiscale. Stessa procedura per il secondo richiamo segnalato in questi giorni che coinvolge la nota catena Esselunga.

Dai fagottini alle bevande vegetali

In via precauzionale sono stati ritirati da Esselunga due lotti di bevande vegetali alla soia e al riso del marchio Esselunga Smart. La causa è possibile contaminazione microbiologica (muffe, funghi, batteri, lieviti virus, tossine o altro potrebbero aver alterato gli alimenti). La bevanda alla soia incriminata corrisponde al lotto numero L 220706 con termine ultimo di conservazione 6 luglio 2023. La bevanda al riso ritirata dagli scaffali, invece, appartiene al numero di lotto L220629 e ha come termine ultimo di conservazione il 29 giugno 2023.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le confezioni oggetto di richiamo sono quelle da 1 litro. Lo stabilimento di produzione delle bevande vegetali è Abafoods Srl sito in via Cà Mignola Nuova 1775 a Badia Polesine, in provincia di Rovigo.