Caro bollette, nasce il movimento “Io non pago”: cosa sta succedendo

In un contesto come quello attuale segnato da un preoccupante aumento generale dei prezzi nasce il movimento “Io non pago”. Ecco cosa sta succedendo.

Continua a destare particolare preoccupazione l’aumento generale dei prezzi in generale e delle bollette in particolare. Ebbene, proprio in tale contesto nasce il movimento “Io non pago”. Ma in cosa consiste? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

io non pago
Foto © AdobeStock

Il periodo storico in cui ci ritroviamo a vivere non è sicuramente dei migliori. Questo a causa di tutta una serie di fattori che incidono in modo negativo sulle nostre esistenze sia dal punto di vista sociale che economico. A peggiorare ulteriormente la situazione, poi, ci si mette l’’aumento generale dei prezzi, compreso quello delle bollette.

Una situazione, quest’ultima, che si rivela essere un vero e proprio salasso per molte famiglie, ma anche aziende del nostro Paese. Un contesto in cui si manifesta la necessità di intervenire attraverso misure ad hoc e in cui si assiste alla nascita del movimento “Io non pago”. Ma in cosa consiste? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Caro bollette, nasce il movimento “Io non pago”: tutto quello che c’è da sapere

L’aumento delle bollette porta purtroppo un numero crescenti di famiglie a riscontrare delle serie difficoltà nel riuscire ad arrivare alla fine del mese. Proprio al fine di far fronte a tale situazione abbiamo già visto che vi è un trucco grazie al quale poter risparmiare un bel po’ di soldi.

Sempre in tale contesto, inoltre, si manifesta la necessità di intervenire attraverso misure ad hoc e si assiste alla nascita del movimento “Io non pago”. Ma in cosa consiste? Ebbene, bisogna sapere che si tratta di un movimento che ha avuto origine nel Regno Unito con il nome di Don’t Pay.

In pratica coloro che aderiscono a tale movimento intendono manifestare il loro dissenso contro il caro energia non pagando, a partire dal prossimo mese di ottobre, le bollette. Una forma di disobbedienza attraverso la quale si intendono sensibilizzare le autorità governative, ma anche le compagnie energetiche, su questo problema.

Caro bollette, nasce il movimento “Io non pago”: cosa c’è da aspettarsi

Un movimento, quello del Don’t Pay britannico, che sta iniziando a muovere i primi passi anche in Italia con il nome di “Io non pago”. A differenza del Regno Unito, dove il movimento in questione si presenta già ben strutturato, qui in Italia, almeno per il momento, si trova ancora in uno stadio iniziale.

Si manifesta, infatti, perlopiù attraverso dei messaggi social, con tanto di hashtag su Twitter, attraverso il quale si intende invitare le persone a seguire la stessa linea. Al momento però, come è facile immaginare, non è dato sapere come e se si evolverà tale movimento.  In ogni caso si tratta di una corrente che intende lanciare un messaggio chiaro è forte.

Ovvero il caro bollette continua a destare particolare preoccupazione e per questo motivo si ritiene necessario un intervento da parte delle autorità competenti attraverso misure ad hoc al fine di far fronte a tale problema e soprattutto rispondere alle esigenze delle categorie maggiormente colpite.

Impostazioni privacy