Dazn, ancora problemi, utenti imbufaliti: ecco come chiedere il rimborso

Non c’è pace per gli amanti del calcio in Italia. Le novità in quanto alle dirette dei singoli eventi continuano a non convincere.

Ancora una volta gli utenti italiani, appassionati di sport e nel dettaglio di calcio si sono ritrovati a non poter seguire un evento per il quale hanno sottoscritto regolare abbonamento e chiaramente pagato una quota specifica. Dazn non va, la scena purtroppo si ripete e stavolta gli italiani non ci stanno. La cosa, realisticamente parlando è davvero inaccettabile.

Dazn
Fonte Adobe Stock

Non è un paese per Dazn verrebbe da dire, ed infatti è quello che pensano milioni di cittadini. Utenti che per tutta la domenica calcistica hanno visto letteralmente l’impossibilità di assistere alle gare trasmesse dalla piattaforma streaming. Azienda, detentrice dell’esclusiva assoluta delle varie dirette televisive. Una situazione davvero inaccettabile che ha portato ad una vera esplosione da parte dei tifosi sul web con post di protesta per i disservizi che ormai sono la consuetudine quando si tratta di Dazn.

Fiorentina-Cremonese, Lazio-Bologna ed infine Salernitana-Roma- Le seguenti gare sono state, di fatto, letteralmente rese inaccessibili da parte degli utenti che pagano un regolare abbonamento da una serie di disservizi. Sui social e non solo è scoppiata unanime la protesta degli abbonati che al di la di tutto, di recente hanno anche visto aumentare i prezzi dei vari abbonamenti per assistere alle gare di Serie A e non solo. Una situazione davvero paradossale.

Gli abbonati alla piattaforma streaming che dovrebbe, a questo punto il condizionale è d’obbligo assicurare la diretta degli eventi calcistici legati alla Serie A e non solo per altri due anni, in esclusiva, sono a questo punto davvero stanchi di assistere e si subire tali disservizi. Il costo dei singoli abbonamenti aumenta al pari dei problemi tecnici legati alla trasmissione delle varie gare. Con questi presupposti gli italiani non ci stanno e minacciano disdette a raffica.

Dazn, ancora problemi, utenti imbufaliti: tutte le informazioni sulle richieste di rimborso

I problemi legati alla trasmissione degli eventi live riguarda Dazn sin dall’inizio della sua esperienza nel nostro paese. Era il 2018 e la nuova piattaforma streaming, al suo esordio in Italia, con l’esclusiva di sole tre gare della Serie A per ogni giornata manifesta subito una serie di problematiche legate per l’appunto alla normale trasmissione degli eventi. Il problema prosegue negli anni, fino a quando la stessa azienda non diventa titolare in esclusiva dei diritti della stessa Serie A.

Gli italiani danno fiducia a Dazn e sottoscrivono regolari abbonamenti inizialmente assolutamente alla portata degli utenti. Le cose però non vanno come dovrebbero e nel corso della scorsa stagione continuano i disservizi e i relativi malumori tra gli abbonati. Con l’inizio della nuova stagione poi la situazione sembra addirittura peggiorata e a questo punto gli italiani non ci stanno. Richieste di rimborso e di disdetta degli abbonamenti arriveranno puntuali, c’è da scommetterci a cominciare dalle prossime ore.

In molti cosi come anticipato pensano inoltre al rimborso delle quote di abbonamento cosi come previsto dagli stessi regolamenti. Per avere la possibilità, per l’appunto di seguire questo specifico percorso bisognerà aver “subito” le seguenti dinamiche: più di tre disconnessioni con eventi in corso, accesso alla piattaforma o al singolo evento fallito per più di cinque volte e il verificarsi anche di meno di tre connessioni ma più lunghe di 270 secondi rispetto alla durata stessa dell’evento in questione.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La situazione insomma non è assolutamente delle migliori per la piattaforma streaming al momento assoluta protagonista delle dirette della Serie A italiana. Le prossime ore saranno più calde che mai, ed a questo punto gli abbonati si aspettano quantomeno un gesto abbastanza significativo da parte dell’azienda. Aumentare il prezzo degli abbonamenti, quando non si è in grado di assicurare il regolare svolgimento del servizio, secondo la maggior parte degli abbonati è qualcosa di semplicemente improponibile. Gli italiani, amanti del calcio insomma aspettano la definitiva svolta, per non rischiare di ritrovarsi con fastidiosa frequenza senza la tanto amata Serie A.