Ricarica, un vero e proprio incubo per i nostri smartphone: come evitare ogni noia

Una situazione che può riguardare da vicino milioni e milioni di cittadini, considerate le nostro orma solide abitudini.

Oggi più che mai, il rapporto tra lo smartphone ed ognuno di noi assume toni impensabili fino a qualche anno fa. Una sorta di simbiosi, lo spostamento totale di tutto ciò che riguarda il nostro quotidiano su un dispositivo mobile capace di gestire, nel vero senso della parola ogni aspetto del nostro quotidiano, che si tratti di lavoro, di semplice svago o di ogni dinamica che riguardi il tempo libero.

Smartphone
Adobe

Quello che succede, i risvolti di un simile legame, se cosi può essere definito vanno a riguardare chiaramente alcuni aspetti tecnici legati agli stessi dispositivi. Un utilizzo spasmodico dello smartphone, che cosi come anticipato si utilizza per qualsiasi aspetto del quotidiano, può chiaramente portare ad eventuali limitazioni relativa alla tenuta dello stesso dispositivo. Un esempio su tutti potrebbe essere rappresentato dallo stato della batteria, dal suo livello.

Se si parla della batteria di uno smartphone, chiaramente bisogna prendere in considerazione quella che la stessa tenuta del componente specifico. Utilizzare per lavoro, per chattare, per leggere mail, per prenotare un volo o un viaggio in treno lo smartphone vuol dire andare di continuo a gravare sulla batteria dello stesso. Utilizzare più applicazioni o pagine web insieme vuol dire andare a sforzare, affaticare più del dovuto quella che di fatto è “l’energia” del nostro smartphone.

Risolvere in qualche modo tale problematica è certo possibile. Andare ad incidere su una prestazione maggiore della stessa carica a disposizione è una operazione assolutamente gestibile. Piccoli consigli, soluzioni che spesso nemmeno vengono prese in considerazione possono in qualche modo aiutarci a far rendere ancora meglio il nostro dispositivo portatile. La ricetta è più semplice di quanto si possa pensare, basta seguire le giuste indicazioni.

Un vero e proprio incubo per i nostri smartphone: ecco come risolvere il problema della batteria

Uno dei consigli, più che altro delle riflessioni che spesso coinvolgono gli esperti del settore ci dicono che più ricariche si effettuano con il nostro smartphone e meno vita avrà la stessa batteria. La soluzione iniziale, quindi dovrebbe essere quella di ottimizzare quanto più possibile ogni singola carica. La cosa può apparire di fatto complicata, invece parliamo di una serie di operazioni più semplici che mai che possono realmente cambiare volto al nostro quotidiano, trattandosi di smartphone, si intende.

Tra i consigli pratici di più semplice applicazione troviamo sicuramente quello che riguarda un utilizzo molto più ottimizzato, per cosi dire del nostro smartphone. Escludere ad esempio ogni tipo di connessione se non la si sta utilizzando. WLAN, Bluetooth, dati mobili, per intenderci oltre alla funzione di localizzazione. Lasciare attivati tali eventuali servizi in condizione di non utilizzo si andrà a gravare in maniera abbastanza importante sulla stessa batteria.

Provare ad utilizzare in alternativa, quando i casi lo consentono, la modalità aereo, una funzione che disattiva di fatto tutte le altre. Si può, inoltre pensare di abbassare in determinati momenti della giornata la luminosità dello schermo oppure di servirsi della modalità automatica che va proprio in quella direzione, evitare cioè un utilizzo spropositato di energia. Le soluzioni insomma esistono eccome, cosi come altrettanto valide possono rivelarsi alcune scelte rispetto all’utilizzo di determinate applicazioni. Si può ad esempio immaginare di evitare di scaricare giochi che consumano, cosi come si sa, numerosissima energia.

Si può pensare inoltre di utilizzare la stessa fotocamera dello smartphone senza flash e con relativa moderazione. Inoltre altro consiglio molto prezioso è quello di eliminare le app che non utilizziamo in genere. Piccoli pratici consigli insomma per consentire alla batteria del nostro smartphone quanto più possibili, evitando cosi spiacevoli colpi di scena, con lo stesso smartphone che va in spegnimento e l’utente disperato senza sapere cosa fare.