La terribile malattia che ha portato via Olivia Newton-John: come prevenirla

Olivia Newton-John ha combattuto per 30 anni il cancro al seno e, alla fine, non ce l’ha fatta. Il regalo della vita le è stato portata via ma lei resterà a lungo nei nostri ricordi.

I sintomi, la diagnosi e una lotta durata 30 anni per sconfiggere uno dei nemici peggiori, il cancro al seno.

cancro al seno
Adobe Stock

La malattia ha tolto raramente il sorriso ad Olivia Newton-John. Pochi anni fa la cantante ha detto “Non voglio sapere quanto tempo mi resta, ogni giorno è un regalo”. Quando aveva solo 44 anni la terribile scoperta che le sarebbe costata una lotta lunga 30 anni dalla quale è uscita sconfitta. Tutto è iniziato con un costante dolore alla schiena, talmente forte da convincere Olivia a rivolgersi ai medici. Poi la diagnosi, un tumore al seno con metastasi alle ossa. Una terribile verità che ha dato il via ad una battaglia combattuta con dignità e fermezza, caratterizzata da piccole vittorie seguite da altrettante sconfitte. Sembrava passato invece il cancro si ripresentava concedendo alla cantante brevi spiragli di speranza che tutto fosse finito.

Il cancro al seno di Olivia Newton-John e la lunga lotta

Olivia Newton-John non ha mai voluto una diagnosi in relazione al tempo che le sarebbe rimasto. In un’intervista del 2019, l’attrice ha raccontato il suo pensiero circa i limiti di tempo stabiliti da una malattia. Se il paziente sente il medico dire “Le rimangono 5 o 6 mesi di vita” la previsione si avvererà perché il malato crede a quelle parole. Restando nel dubbio, invece, si è più predisposti alla vita dal punto di vista psicologico. La sua battaglia Olivia l’ha vissuta senza chiedere mai l’aspettativa di vita ed è riuscita a regalarsi 30 anni di compleanni.

La sua storia è fonte di ispirazione curativa e aiuta le donne di tutto il mondo a lottare contro il cancro al seno senza o con metastasi. Olivia è stata poi, pioniera della fitoterapia e ha lasciato questa continua ricerca di cura e sollievo in eredità con il Fondo Olivia Newton-John Foundation rivolto proprio alla ricerca sulla fitoterapia e sui tumori.

L’importanza della prevenzione

La storia di Olivia insegna quanto sia importante la prevenzione. Oggi il tema è sicuramente più sentito rispetto a 30 anni fa e grazie alla consapevolezza della rilevanza della prevenzione il cancro al seno riesce ad essere preso in tempo e curato. La mammografia dovrebbe essere eseguita al massimo ogni due anni a partire dai 40 anni di età. L’ecografia al seno, un’ulteriore strumento diagnostico, deve accompagnare la donna negli anni a partire dalla più giovane età. Allo stesso tempo è fondamentale l’autopalpazione del seno per imparare a conoscerlo e individuare eventuali cambiamenti.