Gratta e vinci, dea bendata scatenata: il “Re” ha colpito

Una vincita davvero incredibile in un momento particolarmente drammatico per il nostro paese. La fortuna sorride ancora.

Una giocata davvero sensazionale quella che ha riguardato un fortunato giocatore nel Lazio. Il Gratta e vinci, come sempre si dimostra essere il gioco perfetto per qualsiasi persona voglia provare a sfidare la sorte nel giro di pochi secondi. La scelta del biglietto, l’operazione della scoperta dei numeri o dei simboli eventualmente fortunati ed il gioco è fatto, tutto in pochissimi secondi.

il re vincente
web

Ancora una volta la fortuna bacia un cittadino come tanti, uno di quelli che di questi tempi di sicuro si trova quotidianamente a lottare contro la deriva di una crisi che in pochi mesi ha portato il nostro paese sull’orlo del tracollo. Prezzi alle stelle praticamente in qualsiasi ambito, beni di prima necessità e chiaramente tutto il resto. Aumenta qualsiasi cosa ed i cittadini sono costretti a stringere più che mai la cinghia.

Quello che succede da un po’ di tempo a questa parte è la necessità sempre più marcata di legarsi in qualche modo alla speranza, provare a combattere, per cosi dire, il quotidiano, le sue incertezze con la possibilità, remota, certo, di arricchirsi al gioco. Una vincita improvvisa, quello è chiaramente l’obiettivo di chi ogni giorno prova a mettersi contro il destino che quotidianamente porta via sempre più certezze ai cittadini. Il discorso con molta probabilità è tutto qui.

Quello che è successo al fortunato giocatore protagonista di questa incredibile vicenda è quello che tutto il resto di cittadini di fatto sogna. Una incredibile cifra da consegnare al proprio futuro. Vivere sereni, tranquilli, senza troppi problemi per la testa. Un investimento e la possibilità di vivere il resto dei proprio giorni cosi come si è sempre immaginato. Tutto qui si direbbe, certo. Ovviamente la cosa è molto difficile ed anche di più. Ogni tanto però succede davvero.

Gratta e vinci, la dea bendata scatenata: 2 milioni di euro con il nuovo gioco “Il re”

La dea bendata in questa sua ultima apparizione ha baciato un fortunato giocatore di Latina. L’uomo ha acquistato un biglietto del nuovo concorso “Il re”, presso il Tabacchi AS in via Isonzo. 2 milioni di euro il premio conquistato. Lo stesso titolare dell’attività in questione ha annunciato la vincita dell’ambito premio. La notizia ha fatto il giro della città in pochissimo tempo. Non è la prima volta, inoltre, che proprio presso quella ricevitoria vada a concretizzarsi una grande vincita.

Lo scorso 30 luglio infatti, sempre a Latina e sempre presso il Tabacchi AS in via Isonzo un altro fortunato giocatore, è riuscito a strappare ancora una volta grazie ad un biglietto Gratta e vinci l’incredibile cifra di 100mila euro. Niente a che vedere, certo con i 2 milioni appena vinti, ma in ogni modo parliamo di una somma di denaro che non può che far bene in un simile periodo storico. Oggi più che mai, insomma, i cittadini sono a caccia di fortuna.

Il gioco insomma come ultima speranza per i cittadini schiacciati letteralmente dalla crisi. Una serie di venti tempestosi che si sono abbattuti sul nostro paese e non solo da circa due anni. Prima la pandemia di covid poi il conflitto in Ucraina. Prezzi alle stelle ed incertezza sempre più diffusa. Gli italiani sono in estrema difficoltà e ne sono ben consapevoli. Al centro dell’attenzione nazionale, inoltre, il Superenalotto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il jackpot record di oltre 250 milioni di euro è chiaramente il sogno nemmeno tanto velato di milioni e milioni di giocatori. Una situazione unica, mai una potenziale vincita è stato in passato tanto al Superenalotto. Il record infatti, del 2019, realizzato a Lodi, va alla somma di 209 milioni di euro. L’ultima affermazione, a maggio 2021 a Montappone, nelle Marche. In quel caso il premio fu di ben 156 milioni di euro, tutt’altre cifre insomma.