Bonus da mille euro in arrivo per questi lavoratori: è tutto vero, come funziona

Buone notizie in arrivo per questi lavoratori che hanno diritto ad avere un bonus da mille euro. Ecco come funziona.

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale è pronto ad erogare a questi lavoratori un bonus da mille euro. Ma chi ne ha diritto e soprattutto come funziona? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

bonus 1000 euro lavoratori
Foto © AdobeStock

Ormai da oltre due anni, purtroppo, ci ritroviamo alle prese con tutta una serie di eventi che continuano ad avere un impatto negativo sulle nostre esistenze, sia dal punto di vista delle relazioni sociali che economiche. Non parliamo solo del Covid, ma anche del preoccupante aumento generale dei prezzi, che va ridurre il nostro potere d’acquisto.

Proprio in tale ambito, pertanto, è bene sapere se si ha diritto o meno a qualche aiuto economico, grazie al quale poter far fronte a tale situazione. Ebbene, in tal senso interesserà sapere che giungono buono notizie in arrivo per questi lavoratori che hanno diritto ad avere un bonus da mille euro che verrà erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Bonus da mille euro in arrivo per questi lavoratori: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto giungono buone notizie per questi lavoratori che hanno diritto ad avere un bonus da mille euro che verrà erogato dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Ma chi ne ha diritto e come funziona? Ebbene, in base a quanto è possibile evincere dalla circolare Inps numero 3106 dell’8 agosto 2022, si tratta del cosiddetto “bonus lavoratori fragili“.

Ovvero un’indennità una tantum rivolta ai lavoratori dipendenti del settore privato che hanno diritto all’assicurazione economica di malattia erogata dall’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. L’indennità in questione, così come si evince anche dalla circolare poc’anzi citata, viene riconosciuta a patto che il soggetto interessato:

“abbia presentato nell’anno 2021 uno o più certificati di malattia afferenti al comma 2 articolo 26 del decreto – legge n. 18/2020, in quanto lavoratore in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (art. 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104) o di certificazione rilasciata dai competenti organi medico legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita”.

Ma non solo, il lavoratore fragile deve aver raggiunto nel corso dell’anno 2021 il periodo massimo indennizzabile di malattia, quest’ultimo, ricordiamo, pari a 180 giorni. Non deve inoltre “avere reso nell’anno 2021 la prestazione lavorativa in modalità agile nei periodi per i quali ha presentato i certificati di malattia“.

Bonus ai lavoratori fragili: c’è tempo fino al 30 novembre 2022

Entrando nei dettagli è bene ricordare che, purché in possesso dei requisiti poc’anzi citati, possono farne richiesta tutti i dipendenti del settore privato. Questo ad esclusione dei collaboratori famigliari. Ma non solo, anche dei quadri del comparto dell’industria e dell’artigianato, i dirigenti, i lavoratori autonomi e coloro che risultano iscritti alla gestione separata.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La relativa richiesta deve essere presentata entro non oltre il prossimo 30 novembre 2022. Per fare ciò è sufficiente accedere all’area personale sul sito dell’Inps tramite le proprie credenziali Spid, Cie o Cns. In alternativa è possibile rivolgersi a un Caf o patronato, oppure tramite contact center, ai numeri di telefono 803 164, gratuito da rete fissa, oppure al numero 06 164 164. Quest’ultimo da rete mobile a pagamento, a seconda della tariffa applicata dai diversi gestori.