La crisi impone delle scelte: la classifica dei supermercati dove si spende di meno, una sorpresa

Tempi duri per i cittadini italiani. Il bilancio di fine mese è duro da far quadrare e di conseguenza si cercano sempre nuove soluzioni.

Oggi mantenere un equilibrio tra entrate ed uscite in quello che è il bilancio di una famiglia è un’impresa davvero complicata. Tempi duri, cosi come anticipato, considerata la crisi dilagante ed il relativo sconsiderato aumento dei prezzi di praticamente qualsiasi prodotto. Oggi come mai, gli italiani hanno bisogno di soluzioni, di nuove strade da percorrere. Nuove modalità di visione, se vogliamo metterla cosi. L’alternativa certo, è possibile.

supermercati allerta
Adobe Stock

Tempi bui per le nostre finanze. I mesi, gli ultimi vissuti, e quelli che verranno resteranno probabilmente nella storia recente come i più cupi possibili per quel che riguarda il rapporto del consumatore con il mercato, in qualsiasi sua sfaccettatura. La soluzione che il singolo cittadino, o una intera famiglia può trovare, può riguardare a questo punto esclusivamente il particolare canale di vendita utilizzato. In quel caso, certo, si possono trovare delle sostanziali differenze e di conseguenza importanti vantaggi.

Oggi più che mai, quindi, è importante e forse anche di più, ai limiti del fondamentale si potrebbe dire, scegliere il giusto negozio per la propria spesa quotidiana. Chiaramente con negozio si intende, in questo caso anche la particolare sede di una nota catena di supermercati, ad esempio. Il gioco potrebbe insomma essere tutto qui. Cercare la convenienza nella diversa tipologia di offerta di un particolare supermercato, di una particolare azienda.

Una particolare indagine messa in atto dall’associazione Altroconsumo, con interviste a circa 10mila cittadini, quindi consumatori, ha fatto emergere un quadro abbastanza chiaro di quelli che sono oggi, nel nostro paese i supermercati più economici. La ricerca, certo, non è sempre semplice, anche perchè non è detto che nella nostra zona di residenza sia presente proprio quella particolare catena. Ad ogni modo, il quadro tracciato è abbastanza chiaro e delineato.

La crisi impone delle scelte: la classifica dei supermercati più economici in Italia

Dall’indagine, cosi come anticipato portata avanti da Altroconsumo è emerso in maniera abbastanza inequivocabile che i supermercati più economici nel nostro paese, riferendosi alle catene che gestiscono gli stessi, sono i seguenti:

  • Tosano (86 punti)
  • Eurospin (85 punti)
  • IN’s (84 punti)
  • Prix (84 punti)

Al primo posto troviamo dunque la catena di supermercati Tosano, per la verità radicata prettamente nell’area geografica che comprende Brescia, Venezia e Ferrara. In questo caso i consumatori sono assolutamente d’accordo con l’assoluta convenienza in fatto di prezzi. Staccati di poco, dalla seconda posizione in poi troviamo  Eurospin e IN’s oltre che Prix, catena di supermercati anch’essa presente nel nord del paese. L’indagine in questione però offre anche molti altri spunti.

Considerando dunque parametri completamente diversi è possibile anche tracciare le linee guida di una seconda riflessione. Il discount più conveniente nel nostro paese. La classifica generata dallo stesso studio pone al primo posto il marchio di supermercati discount tedesco Aldi. La classifica generale invece è la seguente, partendo chiaramente dalla seconda posizione:

  • Eurospin
  • Prix
  • Tuodì
  • MD Discount
  • DPiù
  • Lidl
  • IN’s
  • Penny Market
  • Todis

Proprio la catena di supermercati tedesca Aldi, dallo scorso 2018 ha avviato un percorso di sostenibilità andando a colpire quelle che sono le operazioni più ad alto impatto ambientale. Via gli imballaggi in plastica e le emissioni di carbonio. Vendita di pasta e riso sfusi, una novità che piace molto ai clienti e strizza l’occhio per l’appunto all’ambiente. Il progetto con la sua fase sperimentale ha preso il via dalla sede di Ulverston in Inghilterra, presto la cosa potrebbe partire anche nel nostro paese.

I clienti della catena in questione hanno trovato assoluto vantaggionel momento in cui hanno provato cosa significa l’acquisto di prodotti come riso integrale, basmati, penne e fusilli sfusi. L’azienda, inoltre, mette a disposizione degli stessi clienti gli stessi sacchetti da utilizzare per pasta e riso in forma del tutto gratuita. Le previsioni dell’azienda in merito al percorso avviato nel 2018 stimano un risparmio di circa 130 tonnellate di rifiuti di plastica ogni anno. Estrema convenienza e totale rispetto per l’ambiente circostante, davvero niente male.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base