Gratta e vinci, tutti vogliono sapere come ha fatto a vincere tanto: è caccia all’uomo

Una vicenda che ha davvero dell’incredibile. Una storia fatta di fortuna e tanta soddisfazione. Il vincitore però resta anonimo.
Spesso la vita ci mette di fronte ad incredibili situazioni. Vicende che quasi prescindono dalla realtà. Tra queste, quelle legate ad eventi fortunati non possono che colpire più di tante altre. Ci troviamo di fronte insomma a situazioni assolutamente eccezionali nelle quali cercare un briciolo di ragione, di pratico senso è del tutto impossibile. L’unico modo che si ha per comprendere pienamente certe situazioni, al massimo, sarebbe quello di viverle.
Soldi ritrovati
Adobe

La vicenda in questione, quella che ormai da qualche giorno rimbalza sulle cronache locali e non, in realtà non ha un vero protagonista. In pratica, questi, al momento risulta essere senza nome, nessuna manifestazione, nessun approccio con il titolare della ricevitoria che ha effettuato la giocata vincente. Niente di niente insomma. In città ci si interroga, si fanno supposizioni, ma la verità è che ad oggi non si ha idea di chi possa essere il vincitore in questione.

Quello che si sa è che sempre il fortunato vincitore con una giocata minima è riuscito a portarsi a casa la bellezza di mezzo milione di euro. Qualcosa che di certo non passa inosservato. Ci troviamo di fronte a quella che molti definiscono la fortuna del principiante, sarà. Con soli 5 euro infatti il giocatore in questione, giocando al concorso “Numerissimi” è riuscito letteralmente a sbancare portandosi a casa la bellezza di 500mila euro, qualcosa che di certo non accade ogni giorno.

Il fatto in questione arriva da Nuraminis in provincia di Cagliari. La giocata da sogno è stata effettuata presso la tabaccheria di via Umberto. Dario Pinna, titolare dell’attività in questione ha cosi dichiarato in merito alla strabiliante vincita, confermando di fatto la stessa: “Ma non so chi sia il fortunato, non ne ho la minima idea”. Il mistero infatti si infittisce, un quasi milionario li nella piccola comunità e nessun indizio su chi possa essere. La caccia all’uomo insomma è appena iniziata.

Gratta e vinci, il premio massimo con il minimo sforzo: le parole del titolare della tabaccheria vincente

La vincita in questione è stata realizzata lo scorso luglio. Sempre il titolare dell’attività che ha di fatto effettuato la giocata ha cosi dichiarato: “Non conosco il vincitore e non ho idea di chi possa essere – racconta a Casteddu Online il titolare della tabaccheria – devo rispettare alla lettera il regolamento sulla privacy, questo è molto importante”. In paese chiaramente la voce si è sparsa e lo stesso Pinna ha pubblicato un post sui social con la locandina della vincita.

I commenti dei concittadini sono partiti all’impazzata ed è subito scoppiato il totonome. Tutti a questo punto vogliono sapere, vogliono capire chi sia il fortunato vincitore dei 500mila euro del gioco in questione. La curiosità di capire chi possa essere tra loro il fortunato è assolutamente innegabili per i cittadini del piccolo comune sardo. Vincere è una cosa meravigliosa, certo, ma non sempre è facile condividere tale condizione con tutti. I rischi potrebbero essere dietro l’angolo.

Mezzo milione di euro grazie ad una giocata più che rapida costata soltanto 5 euro. La vita quasi sicuramente rivoluzionata da un simile evento, come potrebbe essere altrimenti. Il tutto in una fase che potremmo definire più che drammatica per il nostro paese. Gli aumenti di ogni bene alimentare e non, la crisi generalizzata nel settore economico ed in quello lavorativo. Si vince insomma e questo vuol dire avere la possibilità di ripartire, di costruirsi una nuova esistenza. Si vince e la sensazione è che tutto possa andare alla grande da quel momento in poi. Il fortunato vincitore però, al momento non si trova. Questione di pochi giorni? Chissà.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo