Fisco, pioggia di sms in arrivo: lo hai già ricevuto? Cosa sta succedendo

Importanti novità in arrivo da parte del Fisco che provvederà ad inviare una serie di sms ai contribuenti. Ecco cosa sta succedendo.

Ormai il Fisco sa tutto di noi ed è pronto ad inviare una pioggia di sms a numerosi contribuenti. Ma cosa sta succedendo e soprattutto qual è il contenuto di questa comunicazione? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

sms fisco
Foto © AdobeStock

A partire dal Covid, fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi sono tanti i fattori che hanno purtroppo un impatto negativo sulle nostre vite dal punto di vista sia sociale che economico. Se tutto questo non bastasse sono in molti a temere le possibili ripercussioni nel caso in cui abbiano dei debiti pregressi con il Fisco. Proprio quest’ultimo, d’altronde, sa tutto di noi ed è sempre pronto a beccare gli evasori fiscali.

Sempre in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che giungono importanti novità in arrivo da parte del Fisco che provvederà ad inviare una serie di sms ai contribuenti. Ma cosa sta succedendo e soprattutto qual è il contenuto di questa comunicazione? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Fisco, pioggia di sms in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto, giungono importanti novità in arrivo da parte del Fisco che provvederà ad inviare una serie di sms ai contribuenti. Ma cosa sta succedendo e soprattutto qual è il contenuto di queste comunicazioni? Ebbene, come riportato su Informazione Oggi, il Fisco provvederà ad inviare un sms ai contribuenti sotto accertamento.

Entrando nei dettagli, infatti, è bene ricordare che l’Agenzia delle Entrate dispone di diversi strumenti grazie ai quali poter effettuare tutta una serie di controlli e contrastare l’evasione fiscale. Proprio nel caso in cui vi siano dei controlli in corso, quindi, il Fisco avvisa il cittadino interessato di tale circostanza.

Una comunicazione che spesso finiva per lasciare il contribuente interessato con il fiato sospeso, in quanto in seguito non veniva informato del relativo esito. D’ora in poi, però, la musica cambia.

In base a quanto previsto da un emendamento approvato e introdotto nel Decreto Semplificazioni, infatti, il Fisco ha l’obbligo di comunicare al cittadino anche l’esito dei controlli entro 60 giorni dalla conclusione degli accertamenti stessi.

Il contribuente, quindi, dovrà essere informato sia dell’inizio che della fine dei controlli. Tale comunicazione, interesserà sapere, potrà essere inviata tramite PEC o appunto tramite sms. Fanno eccezione solamente i controlli automatizzati.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base