Patente sospesa, che incubo! Come evitare di subire la pesante sanzione

Quando scatta la sospensione della patente? Scopriamo quale violazione è punita severamente dal Codice della Strada.

A seconda del reato commesso e della sua gravità, il Codice della Strada stabilisce punizioni di diversa natura.

multe patente
Adobe Stock

Infrangere le regole del Codice della Strada significa mettere in pericolo la propria vita e quella degli altri. Naturalmente l’elenco delle violazioni è molto lungo e si va da colpe meno gravi – come parcheggiare in doppia fila – a reati molto pericolosi – come passare con il semaforo rosso. L’entità della punizione corrisponderà alla gravità dell’infrazione commessa. Quando si è alla guida si hanno serie responsabilità e non sono ammesse distrazioni né atteggiamenti di sufficienza. Pensare di essere un fenomeno al volante è il primo sbaglio che si commette al pari di supporre che nessuno rileverà mai il reato commesso. E alcune violazioni costano care e non solamente in termini economici. Si può subire il sequestro dell’auto, la sospensione o il ritiro della patente.

Patente, cosa comporta la sospensione

La sospensione della patente viene messa in atto per diverse violazioni del Codice della Strada. Comporta il ritiro temporaneo del documento di guida per un periodo stabilito in base alla gravità dell’infrazione commessa. Le tempistiche di solito si allungano se i sanzionati sono neopatentati oppure conducenti recidivi. Una volta terminato il periodo di sospensione, l’automobilista potrà ritirare la patente e riprendere a guidare.

Se dovesse essere beccato al volante durante il periodo della sospensione, il conducente verrebbe multato con una sanzione di importo compreso tra 2.046 euro e 8.186 euro. Inoltre, si procederebbe con il ritiro della patente e con il fermo amministrativo del mezzo per tre mesi. La reiterazione comporterebbe la confisca amministrativa del veicolo.

Quando scatta la sospensione

La sospensione scatta per eccesso di velocità al di sopra di alcuni parametri. Restando entro i 40 km/h in eccesso, la patente verrà sospesa per un periodo tra 1 e tre mesi ( tra 3 e 6 per un neopatentato). Sopra i 60 km/h, invece, la sospensione sarà dai 5 ai 12 mesi. Una seconda infrazione che determina la sospensione del documento è lo stato di ebbrezza. Il periodo sarà tra 3 e 6 mesi per un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l; tra 5 e 12 mesi se il tasso è compreso tra 0,8 e 1,5 g/l e tra 12 e 24 mesi con un tasso superiore a 1,5 g/l.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Comportano la sospensione, poi, la guida in contromano (1-3 mesi), la mancata precedenza (1-3 mesi), la guida sotto effetto di stupefacenti (1-2 anni), incidente in caso di ebbrezza (2 anni), il passaggio con semaforo rosso (1-3 mesi) e l’omissione di soccorso per un periodo fissato dal Prefetto.