Reddito di cittadinanza, è possibile fare un bonifico? La risposta non è scontata

È possibile fare un bonifico con il reddito di cittadinanza ad esempio per pagare l’affitto o il mutuo? Ebbene, la risposta non è scontata.

Sono in molti a chiedersi se sia possibile o meno fare un bonifico con il reddito di cittadinanza ed eventualmente come muoversi per evitare spiacevoli inconvenienti. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

bonifico reddito di cittadinanza
Foto © AdobeStock

Un periodo storico difficile, quello in cui ci ritroviamo a vivere, segnato da tutta una serie di eventi che continuano ad avere un impatto negativo sulle nostre vite in generale e sulle nostre tasche in particolare. Sempre più famiglie, purtroppo, hanno grosse difficoltà nel riuscire ad arrivare alla fine del mese e proprio in tale contesto, pertanto, a rivestire un ruolo importante sono i vari aiuti economici messi in campo dall’esecutivo.

Tra questi si annovera il reddito di cittadinanza, che fin dalla sua introduzione ha portato con sé un bel po’ di dubbi e polemiche. Ebbene, proprio soffermandosi su tale sussidio abbiamo già visto che in determinati casi è possibile superare il limite di prelievo mensile pari a 100 euro. Oggi, invece, cercheremo di fornire una risposta ad un altro quesito, ovvero: è possibile fare un bonifico con il reddito di cittadinanza? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Reddito di cittadinanza, è possibile fare un bonifico? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Come già detto sono in molti a chiedersi se sia possibile o meno fare un bonifico con il reddito di cittadinanza ed eventualmente come muoversi per evitare spiacevoli inconvenienti. Ogniqualvolta si tratta di una misura come il reddito di cittadinanza, d’altronde, è bene sapere cosa è possibile fare e cosa no, onde evitare di perdere il sussidio stesso.

In particolare, ad esempio, sono in molti a chiedersi se un percettore di reddito di cittadinanza possa o meno fare un bonifico. Ebbene, a tal proposito è importante sapere che i soggetti in questione non possono assolutamente emettere un bonifico bancario intestato al proprio conto.

Ma non solo, non possono fare un bonifico sul conto corrente nemmeno per i pagamenti  che sono consentiti. Come deve fare quindi un percettore di reddito di cittadinanza a pagare ad esempio il canone di affitto o la rata del mutuo se non può fare un bonifico dal proprio conto? Ebbene, come si evince dal punto 6 dell‘informativa sull’utilizzo della carta del reddito di cittadinanza, pubblicata sul sito di Poste Italiane:

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

“Ai sensi della normativa vigente, con la Carta, infine, è possibile pagare mensilmente tramite un unico bonifico SEPA o postagiro in Ufficio Postale esclusivamente la rata dell’affitto o del mutuo. È prevista una commissione pari a 1,00 € per ciascuna operazione di bonifico e pari a 0,50€ per ciascuna operazione di Postagiro”.