Tumore ereditario, svelati i cibi che favoriscono la prevenzione: “riduzione del 60%”

Un recente studio ha reso noto quali alimenti mangiare per favorire la prevenzione del tumore ereditario. Ecco di quali si tratta.

Occhio all’alimentazione, in quanto un recente studio ha evidenziato l’esistenza di alcuni cibi che a quanto pare favoriscono la prevenzione del tumore ereditario. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

tumore alimentazione
Foto © AdobeStock

Pasta, pane, frutta, verdura, dolci e tanto altro ancora. Sono davvero molte le pietanze grazie a cui imbandire le nostre tavole e deliziare i palati sia di grandi che di piccini. L’alimentazione, d’altronde, si rivela essere una parte fondamentale della nostra vita. Questo in quanto è in grado di fornirci le fonti nutritive ed energetiche necessarie per poter far fronte alla vita di tutti i giorni.

A tal proposito abbiamo già avuto modo di vedere come alcuni recenti studi hanno evidenziato l’esistenza di una correlazione tra alcuni alimenti e l’insorgenza del tumore. Oggi, invece, vedremo assieme, quali alimenti mangiare per favorire la prevenzione del tumore ereditario. Entriamo quindi nei dettagli per vedere di quali si tratta e tutto quello che c’è da sapere in

Tumore ereditario, svelati i cibi che favoriscono la prevenzione: lo studio

Come già detto, un recente studio pubblicato su Cancer Prevention Research ha reso noto quali alimenti mangiare per favorire la prevenzione del tumore ereditario. Ebbene, lo studio in questione, svolto da esperti delle università di Newcastle e Leeds su circa mille pazienti con la sindrome di Lynch, ha evidenziato un importante effetto preventivo dell’amido resistente.

Quest’ultimo, interesserà sapere, si trova in alimenti come ad esempio avena, cereali, fagioli e banane leggermente verdi. Entrando nei dettagli interesserà sapere che la ricerca in questione ha dimostrato che una dose regolare di amido resistente, meglio noto come fibra fermentabile, assunta per almeno due anni, non ha avuto conseguenze sui tumori dell’intestino.

Allo stesso tempo però ha contribuito a ridurre di oltre la metà i tumori in altre parti del corpo. In particolare sono stati registrati effetti sui tumori del tratto gastrointestinale superiore, tra cui tumori dell’esofago, dello stomaco, delle vie biliari, del pancreas e del duodeno.

Tumore ereditario, svelati i cibi che favoriscono la prevenzione: le parole di John Mathers

Risultati che non passano di certo inosservati, con John Mathers, professore all’Università di Newcastle, che ha spiegato:

“Abbiamo scoperto che l’amido resistente riduce una serie di tumori di oltre il 60%. L’effetto era più evidente nella parte superiore dell’intestino. Questo è importante poiché i tumori del tratto gastrointestinale superiore sono difficili da diagnosticare e spesso non vengono rilevati precocemente”.

Ha quindi proseguito: “L’amido resistente può essere assunto come integratore in polvere e si trova naturalmente in piselli, fagioli, avena e altri alimenti ricchi di amido. La dose utilizzata nel processo equivale a mangiare una banana al giorno, prima che diventi troppo matura e morbida”.

Dei risultati indubbiamente sorprendenti, con i ricercatori che continueranno gli studi in questione in modo tale da poter aver maggior informazioni in merito alla possibile correlazione tra alimentazione e prevenzione del tumore ereditario.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il consulto del medico o dello specialista, e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi.