Invalidità civile, attenzione: c’è chi ha diritto fino a 5 anni di arretrati

Buone notizie per molti percettori della pensione di invalidità civile che in determinati casi hanno diritto ad ottenere fino ad un massimo di cinque anni di arretrati. Ecco chi ne ha diritto.

Gli invalidi civili hanno diritto, in determinati casi, ad ottenere fino a cinque anni di arretrati. Ma per quale motivo e soprattutto come fare a poter beneficiare di tale misura? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

invalidità civile arretratiinvalidità civile arretrati
Foto © AdobeStock

A partire dal Covid fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi con rincari del 43%, sono tanti purtroppo i fattori che hanno un impatto negativo sull’economia, con sempre più famiglie che registrano delle minori entrate. Riuscire a fronteggiare le varie spese risulta sempre più difficile e per questo motivo è sempre bene sapere quando si ha diritto a qualche agevolazione a proprio favore.

Proprio in tale ambito, ad esempio, interesserà sapere che giungono buone notizie per molti percettori della pensione di invalidità civile che in determinati casi hanno diritto ad ottenere fino ad un massimo di cinque anni di arretrati. Ma per quale motivo e soprattutto come fare a poter beneficiare di tale misura? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Invalidità civile, c’è chi ha diritto fino a 5 anni di arretrati: tutto quello che c’è da sapere

Come già detto giungono buone notizie per molti percettori della pensione di invalidità civile che in determinati casi hanno diritto ad ottenere fino ad un massimo di cinque anni di arretrati. Ma per quale motivo e soprattutto come fare a poter beneficiare di tale misura? Ebbene, a tal proposito bisogna sapere che dopo una sentenza della Corte di Cassazione il governo ha deciso di incrementare l’importo della pensione degli invalidi civili totali.

All’importo iniziale, quindi, si va ad aggiungere il cosiddetto incremento al milione, per un totale pari a 660 euro. In particolare per poter beneficare i questa maggiorazione sociale, gli invalidi civili totali al 100% o totalmente inabili al lavoro devono avere un reddito personale annuo pari a massimo 8.469,63 euro. Se coniugato pari a massimo 14.447,42 euro

Ma non solo, a rivestire un ruolo particolarmente importante in tale ambito si annovera anche l’età. Nel caso in cui si tratti di soggetti tra i 18 e i 59 anni, infatti, si ha diritto alla maggiorazione, se in possesso dei requisiti richiesti, solo per gli arretrati a partire da luglio 2020. Se invece si ha più di 60 anni, allora è possibile richiedere fino a cinque anni di arretrati.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

L’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, però, è bene ricordare, non riconosce questi arretrati in automatico. A tal fine, infatti, è necessario presentare apposita domanda all’istituto. In caso di riscontro negativo, pertanto, può rivelarsi necessario agire per via giudiziaria.