I numeri magici, la vincita che stravolge la vita: non solo tanti soldi, Veneto in festa

Si vince ancora nel nostro paese indipendentemente dal gioco. Si vince e lo si fa nel migliore dei modi possibili. 

Un momento duro, difficile, per il nostro paese e non solo. L’intero continente, giusto per citare la parte più vicina noi, sta letteralmente sprofondando in quelle che sono e dinamiche derivanti dal post pandemia e dal conflitto in Ucraina. Oggi ci troviamo a ragionare di situazioni che mai e poi mai avremmo immaginato di poter considerare per il nostro quotidiano.

mutuo prima casa
adobe

Un tetto sulla propria testa, un tetto per la propria famiglia, un bene prezioso, forse il più prezioso di tutti per i propri figli. Ciò che succede con il concorso in questione è praticamente la realizzazione di uno dei sogni dei cittadini italiani e non solo. Possedere una casa, avere la possibilità ad un certo punto della propria vita, indipendentemente da quelle che sono le situazioni, le condizioni e le possibilità concrete di avere una nuova casa.

VinciCasa, insomma è proprio il gioco adatto ai nostri tempi. Non solo offre l’opportunità di mettere in cassaforte una vincita assolutamente rispettosa ma prevede per l’appunto l’acquisto di un immobile ed offre tutte le condizioni, di fatto, per fare in modo che ciò diventi realtà. Parliamo di un gioco in qualche modo innovativo da un po’di anni finalmente sbarcato anche nel nostro paese. I risultati oggi sono evidenti, si vince e si vince davvero tanto.

La formula messa a disposizione dal concorso prevede in linea di massima l’acquisto di un immobile orientativamente sui 300mila euro circa più altri 200mila euro extra da utilizzare nel modo che si preferisce. Una bella accoppiata insomma di premi, qualcosa che può letteralmente cambiare la vita, qualcosa che può offrire l’opportunità di ricominciare d’accapo senza particolari preoccupazioni. Si vince, cosi come detto e si vince anche bene.

VinciCasa, il gioco che stravolge la vita fa ancora centro: l’ultima incredibile vincita

Lo scorso giugno una nuova vincita al VinciCasa, il concorso che mette a disposizione una casa più altri 200mila euro. La formula di gioco fa parte della famiglia Win for Life di Sisal. La novità consiste nella tipologia di premio, concreto, tangibile insomma, qualcosa da vivere in ogni modo se cosi si può dire. La vincita è arrivata al nord Italia con un “5” che ha letteralmente lasciato a bocca aperta il fortunato giocatore che da oggi potrà avere una nuova casa.

Il “5” vincente è stato centrato Pieve del Grappa in provincia di Treviso. La schedina fortunata è stata giocata presso la Tabaccheria Scopel di Gianluca situato in via San Giacomo, 17. La combinazione che ha premiato il fortunato giocatore è inoltre stata la seguente: 3, 8, 14, 21, 23. Due anni di tempo per trovare la casa dei propri sogni, su tutto il territorio italiano più 200mila euro da utilizzare nel modo che si preferisce.

Dall’inizio del concorso nel nostro paese le case assegnate sono ben 181, un vero successo insomma. Ricapitolando, con 5 numeri indovinati su 40 si ha accesso al seguente premio:

  • 200.000 euro corrisposti subito, in denaro, che il vincitore potrà utilizzare come preferisce, senza alcun vincolo;
  • la restante parte dedicata all’acquisto di uno o più immobili sul territorio italiano.

Si può vincere al gioco in questione anche con 3 o 4 numeri indovinati, chiaramente parliamo di premi molto diversi da quello principale.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

I risultati del gioco possono essere oltre che controllati dal vivo presso le varie ricevitorie anche on line sul sito www.vincicasa.it o sul portale informativo di GiochiNumerici.info. Per riscuotere invece quanto legittimamente vinto è possibile presentare la ricevuta della giocata vincente presso gli Uffici Premi Sisal di Milano (Via Ugo Bassi, 6) o di Roma (V.le Sacco e Vanzetti, 89). VinciCasa è senza dubbio il gioco del futuro, che però da sollievo anche nel presente per fortuna, è proprio il caso di dirlo.