Pagamenti con il Pos, è iniziata molto male: raffica di denunce in tutta Italia

Occhio alle carte di credito e ai pagamenti con il Pos in quanto si preannuncia una vera e propria raffica di denunce. Ecco cosa sta succedendo.

Brutte notizie in arrivo per quanto riguarda i pagamenti con il Pos in quanto in molti rischiano purtroppo di dover fare i conti con delle pesanti sanzioni. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

pagamenti pos carta
Foto © AdobeStock

Se è pur vero che i soldi non sono sinonimo di felicità, dall’altro canto non si può negare come si rivelino essere particolarmente utili in diverse circostanze. A partire dalla spesa settimanale fino ad arrivare alle bollette, d’altronde, ogni bene o servizio di nostro gradimento per essere acquistato richiede necessariamente una contropartita di carattere economico.

Tanti e diversi sono anche gli strumenti di pagamento tra cui poter scegliere, come ad esempio carte di credito e bancomat. Ebbene, soffermandosi su quest’ultimi è bene prestare attenzione ai pagamenti tramite Pos in quanto si preannuncia una vera e propria raffica di denunce e conseguenti sanzioni. Ma cosa sta succedendo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Carte di credito, occhio ai pagamenti con il Pos: tutto quello che c’è da sapere

L’evasione fiscale si rivela essere, purtroppo, una delle maggiori piaghe della nostra società. Diverse le misure attuate nel corso degli anni da parte del governo al fine di contrastare tale fenomeno e a tal proposito abbiamo già visto assieme come siano in vista importanti cambiamenti per quanto concerne le carte di credito che finiscono così sotto la lente di ingrandimento del Fisco.

Se tutto questo non bastasse, a partire dallo scorso 30 giugno bisogna prestare attenzione a delle importanti novità. In caso contrario si rischia di incorrere in sanzioni particolarmente pesanti. Ma cosa sta succedendo? Ebbene,  tra le misure volte a contrastare l’evasione fiscale si annoverano le multe a commercianti e professionisti che non accettano pagamenti elettronici.

Entrando nei dettagli, coloro che rifiutano i pagamenti elettronici rischiano di dover fare i conti con una sanzione minima dall’importo pari a 30 euro. A questa bisogna poi aggiungere il 4% dell’importo pagato in contanti.

Carte di credito, occhio ai pagamenti con il Pos: la presa di posizione del Codacons

Delle novità importanti che portano inevitabilmente a dover fare i conti con dei cambiamenti non indifferenti. Proprio in tale ambito, in effetti, si inseriscono le parole di Carlo Rienzi, presidente del Codacons. Quest’ultimo, come si evince dal sito della nota associazione, ha sottolineato:

“Ancora oggi numerosi esercenti e professionisti impediscono ai consumatori di effettuare pagamenti con carte e bancomat, violando le disposizioni vigenti e danneggiando gli utenti. Senza la previsione di sanzioni, qualsiasi norma è inutile perché inefficace nella pratica”.

Ha quindi proseguito: “Ed è per questo che dal prossimo 30 giugno il Codacons lancerà una campagna in tutta Italia per fornire aiuto ai cittadini che si vedranno rifiutare i pagamenti con Pos e presentare una raffica di denunce contro professionisti e commercianti scorretti”.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base