Benzina e diesel, attenti al 2 agosto: nulla di buono all’orizzonte

Brutte notizie per i tanti automobilisti alle prese con il caro benzina e diesel, che devono segnarsi questa data sul calendario. Ecco cosa c’è da aspettarsi.

Stangata in arrivo per molti automobilisti a causa del caro benzina e diesel. In particolare vi è una data da segnare sul calendario. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

auto-calendario-agosto
Foto © AdobeStock

A partire dal Covid, passando per il conflitto tra Russia e Ucraina fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi sono tanti i fattori che hanno un impatto negativo sulle nostre esistenze e sulle nostre tasche. Riuscire a fronteggiare le varie spese risulta per tanti sempre più difficile e se tutto questo non bastasse molti sono i costi con cui dover fare i conti.

Tra questi si annovera senz’ombra di dubbio il carburante di recente finito al centro dell’attenzione proprio a causa del relativo aumento. Se tutto questo non bastasse è prevista una stangata in arrivo per i molti automobilisti alle prese con il caro benzina e diesel, che devono segnarsi questa data sul calendario. Ma di quale si tratta? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Caro benzina e diesel, attenti a questa data: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere assieme come al fine di contrastare il caro carburante può rivelarsi utile sapere quali siano i distributori in grado di proporre prezzi più bassi di altri. Sempre in tale ambito, inoltre, interesserà sapere che, purtroppo, giungono brutte notizie per molti automobilisti alle prese proprio con il caro benzina e diesel. Ma cosa sta succedendo?

Ebbene, bisogna sapere che è stato prorogato fino al 2 agosto il taglio di 30 centesimi al litro per benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione. Ovvero una misura volta a ridurre il prezzo finale del carburante. Una notizia indubbiamente positiva, ma solamente fino ad un certo punto.

Innanzitutto nei giorni precedenti si era ipotizzato una possibile estensione del taglio delle accise fino a settembre al fine di incrementare l’aiuto dagli attuali 30 centesimi al litro a 35 centesimi. Alla fine, però, vi è stato un passo indietro di Palazzo Chigi, tanto da non trovare un effettivo riscontro nella realtà dei fatti.

Data la situazione, quindi, è normale che vi sia preoccupazione per quello che accadrà dopo il 2 agosto. In assenza di una misura ad hoc, infatti, gli automobilisti si ritroveranno a dover fare fronte con i rincari del carburante che tanto pesano sulle nostre tasche.

Caro benzina e diesel, attenti a questa data: l’ira delle associazioni dei consumatori

Un passo indietro che non è passato inosservato e che ha scatenato inevitabilmente  l’ira delle associazioni dei consumatori. Tra questi Furio Truzzi, presidente nazionale di Assoutenti, che a tal proposito ha sottolineato come:

“Le speculazioni sui carburanti hanno di fatto vanificato la riduzione delle accise. L’unica misura davvero utile che il governo può adottare per salvare famiglie, imprese e l’intero sistema economico è ricorrere a tariffe amministrate per benzina e gasolio, con i prezzi che, in questo momento di emergenza, vengono imposti dallo Stato”.

Dello stesso avviso Massimo Dona dell’Unione nazionale consumatori che a tal proposito ha affermato: “Da quando è iniziata la guerra, nonostante l’intervento del governo, sia gasolio che la benzina hanno già superato la soglia di 2 euro al litro anche in modalità self. Se il governo non voleva tornare ai prezzi amministrati come da noi proposto, doveva alzare la riduzione di almeno altri 10 centesimi, in deroga per il gasolio alla normativa europea, e ridurre l’Iva dal 22 al 10%”.

Una situazione indubbiamente difficile, quella con cui ci si ritrova a dover fare i conti, con la speranza comune che il governo attui al più presto delle misure al fine di aiutare gli automobilisti e non solo a far fronte al caro carburante che dopo il 2 agosto rischia di tramutarsi nell’ennesima e pesante stangata.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base