Il raggiro che fa pensare all’impossibile: vogliono illuderci e derubarci

Il raggiro che sta mettendo nei guai migliaia di cittadini italiani. Una situazione davvero incredibile che nasce da un sms ingannatore.

Il tutto nasce con un sms, cosi come avviene per decine e decine di altre truffe, di quelle che ormai da anni mettono in ginocchio milioni di italiani. Sms o mail, niente di particolarmente originale insomma, nel senso che il gioco si ripete ancora e ancora e poi di nuovo fino a quando la vittima in pratica non è del tutto sfinita.

Truffa WhatsApp
Foto © AdobeStock

Nella maggior parte dei casi l’utente del web si trova di fronte ad un contenuto accattivante, uno di quelli capaci di attirare l’attenzione e di guidare il malcapitato in questione praticamente ovunque. Sappiamo benissimo quanto questo tipo di contenuti sappiano in qualche modo giocare con la volontà delle potenziali vittime, sappiamo benissimo quanto sia semplice cadere nel tranello orchestrato dai malintenzionati di turno.

Sms o mail, il mezzo utilizzato per compiere questo tipo di raggiri è bene o male sempre questo. Al centro, come detto il contenuto, qualcosa di allarmistico, qualcosa che possa indurre il lettore a fidarsi ed a seguire quindi le indicazioni contenute nello stesso contenuto. Finti sondaggi ai quali partecipare, finte problematiche relative al contesto bancario, oppure cosi come in questo caso specifico finte problematiche relative alla gestione della bolletta dell’energia elettrica.

Il raggiro che fa pensare all’impossibile: ecco quello che vogliono farci credere

Truffa enel

La truffa in questo specifico caso cammina attraverso un sms, un testo abbastanza deciso, di quelli classici insomma: “Il 24 giugno è prevista una interruzione di corrente: si prega di pagare il debito”. In basso l’immancabile link che dovrebbe servire in teoria a raggiungere la pagina utile ad effettuare il pagamento del debito in questione. L’utente potrebbe dunque in questo caso essere spinto a credere a quanto letto e di conseguenza portato a cliccare su link in questione.

Di questi tempi chiaramente parliamo di qualcosa di fondamentale importanza, riferendoci alla corrente elettrica, il truffatore insomma sa bene quale tasto toccare, sa bene cosa prendere in considerazione per provare ad attirare quante più persone possibili. In questo modo la vittima potrebbe davvero credere di andare verso una problematica del tutto evitabile. Tra l’altro non si esclude la possibilità di non aver pagato davvero una bolletta quindi di crede nella buona fede della cosa.

Una finta pagina vi darà l’illusione di stare provvedendo al pagamento della bolletta sospesa. In quel momento invece inserendo le proprie credenziali bancarie non i starà facendo altro che consegnare i propri risparmi nelle mani dei malintenzionati di turno. In molti all’indomani dell’accettazione del link in questione infatti comprendono di essere stati truffati vedendo partire bonifici dal proprio conto corrente spesso destinati a paesi dell’est Europa.

La truffa del momento insomma che viaggia a colpi di sms e bonifici che prosciugano i conti correnti dei malcapitati di turno. Situazioni al limite che possono arrivare anche a rovinare una persona per il solo errore commesso di aver creduto ad un sms truffaldino. Una bolletta non pagata, informazione chiaramente alterata, fasulla, ma comunque credibile, potrebbe portare a ben più altri problemi, ben più altre difficoltà. Attenzione a fidarvi, sempre e comunque.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base