Whatsapp, la truffa corre tra i messaggi: cosi ci rubano i soldi dal conto

Una situazione che rischia di diventare giorno per giorno sempre più drammatica. Da un lato la rete dall’altro i suoi rischi.

Da anni ormai conosciamo i rischi potenziali della rete, situazioni che probabilmente anni prima nemmeno avremmo avuto la possibilità di ipotizzare. Il rischio maggiore per gli utenti è spesso rappresentato da banali contenuti che arrivano a destinazione attraverso per l’appunto sms o mail dal testo accattivante che ambiscono a colpire fin dove possibile le potenziali vittime.

truffa whatsapp
foto adobe

La rete è ormai ufficialmente un covo di rischio per l’utente medio, per colui che insomma spesso nemmeno immagina cosa potrebbe o meno capitargli addentrandosi tra quelle dinamiche apparentemente innocue che invece rappresentano la parte più oscura e complessa oltre che pericolosa dell’intero sistema. Le truffe ormai si sprecano, tutte diverse, tutte altrettanto sofisticate, capaci di girare intorno con l’inganno ad ogni situazione apparentemente innocua.

Ci troviamo insomma di fronte ad un fenomeno senza precedenti. Un lato oscuro del web tendente al raggiro in ogni modo ed in cambio di qualsiasi tipo di ritorno. Parliamo di soldi rubati dai conti correnti ma anche di informazioni di fatto sottratte ai diretti interessati che possono rappresentare le basi di nuove truffe. Una situazione ai limiti del grottesco che rischia di diventare molto più complessa di ciò che sembra. L’attenzione insomma deve diventare alta come non mai.

Whatsapp, la truffa corre tra i messaggi: ecco qual’à la truffa del momento

In questo particolare momento, già di per se più che complicato, la parte peggiore della rete si concretizza, si caratterizza per un tipo particolare di truffa. Parliamo di una tipologia di raggiro generalmente diffuso utilizzando la nota piattaforma di messaggistica istantanea Whatsapp. Ci troviamo di fronte insomma ad un attacco senza precedenti. Il rischio concreto di essere derubati di tutto, soldi ed informazioni è oggi più presente e concreto che mai.

ATTENZIONE! Un dispositivo non autorizzato risulta connesso al conto online se disconosce tale accesso verifica qui…”. Questo il messaggio che migliaia e migliaia di utenti si sono ritrovati sulla propria app di Whatsapp. In questo caso specifico ci ritroviamo di fronte ad una classica situazione dove a farla da padrone è il caro vecchio link adagiato alla fine del testo in questione. L’invito a cliccarci su per risolvere ogni tipo di problematica è ciò che caratterizza l’intero raggiro.

Nella stragrande maggioranza dei casi cliccando sul link in questione avremo la sensazione di ritrovarci sulla piattaforma di riferimento della nostra banca. L’inserimento delle credenziali richieste consegnerà di fatto il nostro conto corrente con i suoi risparmi ai malintenzionati di turno. Una situazione davvero spiacevole che purtroppo nella maggioranza dei casi si conclude con l’impossibilità da parte della banca di rimborsare i propri clienti di quanto sottratto dai malfattori.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Non lasciatevi traportare dal timore che qualcosa non stia funzionando con il nostro corrente. Istituti finanziari di ogni genere specificano volta per volta quanto sia inverosimile ricevere mail o sms per comunicazioni riguardanti le singole situazioni. L’home banking del relativo cliente sarà utilizzato per ogni tipo di annuncio, comunicazione o problematica. Tutto il resto è truffa, nient’altro. Occhi aperti insomma per non rischiare di perder davvero tutto.