Agenzia delle Entrate, attenzione: pioggia di lettere in arrivo, cosa sta succedendo

Attenzione, è in arrivo una vera e propria pioggia di lettere da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ma cosa sta succedendo? Scopriamolo assieme.

La macchina amministrativa non si ferma mai e a breve molti contribuenti riceveranno una lettera proprio da parte dell’Agenzia delle Entrate. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

lettere agenzia entrate
Foto © AdobeStock

A partire dalle possibili ripercussioni del confitto tra Russia e Ucraina, passando per il Covid, fino ad arrivare all’aumento generale dei prezzi con rincari del 43%, sono tanti purtroppo i fattori che hanno un impatto negativo sulle nostre vite sia dal punto di vista delle relazioni sociali che economiche. Nonostante ciò la macchina amministrativa non si ferma mai.

Anzi, proprio l’Agenzia delle Entrate è pronta ad entrare nelle case degli italiani attraverso comunicazioni con l’invito a mettersi in regola su diversi fronti, come ad esempio gli adempimenti IVA oppure eventuali aiuti di Stato ricevuti per fronteggiare il Covid. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Agenzia delle Entrate, pioggia di lettere in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

Qualche temo fa abbiamo già avuto modo di vedere assieme come comportarsi nel caso in cui si riceva una comunicazione da parte del noto istituto. Ebbene, proprio in tale ambito interesserà sapere che è in arrivo una vera e propria pioggia di lettere da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ma per quale motivo e soprattutto cosa sta succedendo?

Ebbene, come reso noto dall’Agenzia delle Entrate attraverso la circolare numero 21/E del 20 giugno 2022, nelle prossime settimane potrebbe capitare di ricevere nella propria casella di posta una lettera da parte dell’Agenzia delle Entrate con l’invito a mettersi in regola.

Ad essere coinvolti, non solo imprese e lavoratori autonomi, ma anche dipendenti e persone fisiche. Entrando nei dettagli, come è facile immaginare, il Fisco provvederà a segnalare eventuali irregolarità riscontrate in merito ai dati in possesso proprio dell’amministrazione finanziaria.

Tra questi si annoverano coloro che, stando ai dati delle fatture elettroniche, dell’esterometro e dei corrispettivi telematici, non hanno ancora presentato la dichiarazione, ovvero l’hanno presentata con dati incompleti.

Ma non solo, nel periodo che va da settembre a dicembre, molte imprese di piccole e medie dimensioni potrebbero ricevere comunicazioni volti a segnalare eventuali anomalie per quel che concerne gli aiuti di Stato Covid. Questi sono solo alcuni dei motivi per cui l’Agenzia delle Entrate invierà nel corso dei prossimi mese delle lettere.

Una volta ricevuto questo tipo di comunicazioni, quindi, il soggetto interessato potrà regolarizzare la propria posizione tramite ravvedimento operoso oppure presentare la documentazione necessaria per attestare di aver già adempiuto al proprio dovere.