Auto, occhio all’aria condizionata: quando si rischia (sul serio) la multa

Occhio all’aria condizionata in auto, quando si rischia la multa? Meglio fare chiarezza ed evitare così spiacevoli inconvenienti.

Desta molta preoccupazione il rischio di incorrere in sanzioni particolarmente salate a causa dell’aria condizionata in auto. Ma quando si rischia davvero la multa? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

aria condizionata auto
Foto © AdobeStock

Portare i figli a scuola, fare la spesa, raggiungere il posto di lavoro e chi più ne ha più ne metta. Sono davvero tante le volte in cui utilizziamo la nostra auto. Una chiara dimostrazione di come tale mezzo di trasporto si riveli particolarmente utile in diverse circostanze. Allo stesso tempo, però, non si possono trascurare i costi che l’auto porta con sé.

Non parliamo solo del carburante, del bollo e dell’assicurazione, ma anche di spese impreviste. Ne sono un chiaro esempio le multe che, purtroppo, sono sempre dietro l’angolo. Proprio in tale ambito desta molta preoccupazione il rischio di incorrere in sanzioni particolarmente salate a causa dell’aria condizionata in auto. Ma quando si rischia davvero la multa? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Auto, occhio all’aria condizionata: quando si rischia la multa? Ecco cosa c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere assieme come sia sempre molto importante prestare attenzione al Codice della Strada tutte le volte in cui ci si mette alla guida. Questo in quanto vi sono alcuni gesti comuni per cui si rischia di dover pagare multe fino a 435 euro.

Proprio in tale ambito a destare preoccupazione è il rischio di incorrere in sanzioni particolarmente salate a causa dell’aria condizionata in auto. Ma quando si rischia davvero la multa? Ebbene, stando a quanto si evince dall’apposita norma del 2007, comma 7 bis dell’articolo 157, è vietato tenere il condizionatore accesso mentre l’auto è in sosta.

In particolare si rischia di dover pagare una multa da 41 euro fino a 435 euro nel caso in cui si tenga il proprio veicolo in moto solamente per tenere acceso il condizionatore. Allo stesso tempo è bene sottolineare che non sempre si rischia di dover pagare la multa. Se il veicolo è in sosta per consentire, ad esempio, ad altre persone di salire a bordo oppure per altre azioni di questo genere, infatti, allora non si rischia la multa.

Allo stesso, se si rimane bloccati nel traffico e si tiene l’aria condizionata accesa, teoricamente non si dovrebbe rischiare alcuna multa. Tutto ciò, come è facile intuire, riguarda solamente le auto a motore termico, ovvero benzina, gasolio, GPL o metano.

Restano escluse, invece, le auto elettriche. Questo in quanto il motore termico, quando acceso, inquina ed emette CO2. Nel caso delle auto elettriche, invece, il condizionatore è collegato alla batteria di trazione, non dipendendo così dal motore.