Bonifico dal bancomat, addio code: ora si può, ecco come fare

Una svolta importante con il 2022. Il bonifico potrà essere effettuato direttamente da uno sportello Atm. Ecco chi lo consente e come si fa.

 

E se vi dicessero che effettuare un bonifico direttamente da uno sportello bancomat è possibile? Di sicuro sarebbe affascinante, anche solo per immaginare le code agli uffici postali e alle banche sparire di colpo.

Bonifico da bancomat
Foto © AdobeStock

Sì, perché un’operazione direttamente allo sportello sarebbe più rapida e veloce. Senza carta né procedimenti articolati. Ebbene, sembra proprio che il 2022 abbia portato in dote una rivoluzione in questo senso. Se, infatti, eseguire l’operazione da un tabaccaio era già possibile, anche diverse banche hanno deciso di unirsi al coro. In particolare Banca ITB e Banca 5, del circuito di Intesa Sanpaolo. Una bella sterzata in direzione della semplificazione dei servizi, al netto della necessità di uno standard di sicurezza chiaramente proporzionale allo svolgimento del procedimento lontano dallo sguardo di un addetto. Si tratta comunque di una strategia importante, che consentirà una rapidità sempre maggiore nel trasferimento di denaro. Accanto alle procedure online ovviamente.

Il tutto nella migliore delle ottiche di tracciabilità. È chiaro che capire come procedere diventa fondamentale, specie in virtù della possibile uniformazione delle altre banche (magari anche di quelle maggiori) alla procedura. Al momento, la lista degli istituti di credito che consentono l’operazione è limitata. Ben più lunga, invece, quella delle banche potenzialmente interessate a consentirla in futuro, fra le quali nomi importanti come Banca Carige, Deutsche Bank e Banco di Sardegna. Gli elementi fondamentali sono essenzialmente due: il bancomat e il pin associato. Oltre che, naturalmente, i dati del beneficiario del bonifico. Chiaramente, qualche differenza con l’operazione ordinaria c’è.

Bonifico dal bancomat: le procedure da seguire

I vantaggi però sono rilevanti. Nonostante gli sportelli automatici possano essere leggermente diversi fra loro, le procedure sono sostanzialmente simili. Inoltre, gli sportelli automatici consentono tutti il trasferimento tra conti collegati a un’unica carta, sia di debito che non. Diverso il discorso per i conti bancari scollegati o su carta di credito. Il percorso è quindi estremamente semplice: basta recarsi a uno sportello Atm, non per forza della propria filiale. Da qui, una volta inserita la carta bancomat, basterà seguire le istruzioni sia per la verifica della titolarità del conto che per l’accettazione dell’operazione. Una volta inserita la lingua prescelta e il codice Pin, bisognerà selezionare l’opzione “Trasferisci fondi”. Tale nominativo potrebbe cambiare da un bancomat all’altro ma si tratterà comunque di una dicitura simile. Visualizzati gli account associati alla carta, occorrerà scegliere il conto dal quale si desidera trasferire il denaro. Così come quello del destinatario del bonifico.

Inserito l’importo e verificatane la correttezza, l’ultimo step consisterà nell’accettare gli eventuali costi di utilizzo (commissioni) che potrebbero essere richiesti, non per forza in caso di operazione da banche diverse dalla propria. Una volta completato il tutto, selezionare “Completo” per concludere l’operazione e ritirare la ricevuta. Qualora si voglia accertare l’esito del bonifico, basterà verificare il nuovo saldo direttamente sullo schermo. Chiaramente, andrà ritirata la carta e conservata la ricevuta. Semplice e veloce. E comunque meglio una coda breve allo sportello bancomat che attendere il proprio turno con un numeretto per un semplice bonifico.