Il Bonus da 200 euro raddoppia, per lavoratori e pensionati: chi avrà una felice sorpresa

Bonus 200 euro, presto alcuni lavoratori e pensionati penseranno di vedere doppio! È in arrivo un regalo del Governo che renderà ricco il mese di luglio.

Un secondo bonus a completare l’erogazione dei 200 euro una tantum prevista a partire dal prossimo mese. Ecco la novità promessa dal Governo per alcuni lavoratori.

Bonus 200 euro raddoppia
Adobe Stock

Il Governo è al lavoro per delineare i contorni di una nuova misura volta a sostenere economicamente gli italiani in un periodo di rincari. Poche settimane fa la notizia di un Bonus del valore di 200 euro erogato una tantum a tanti lavoratori, pensionati e disoccupati per dare una piccola tregua in mezzo ad onerose spese.

Ora ultime indiscrezioni annunciano un’altra agevolazione ristretta ad alcuni lavoratori, i dipendenti con reddito inferiore a 35 mila euro. Si tratta di un raddoppio dello sconto contributivo che dovrebbe favorire circa 13,8 milioni di cittadini italiani. Si potrebbero incrementare, così, le misure attivate per supportare la popolazione gravata dalle conseguenze della guerra in Ucraina e dal prolungarsi del conflitto.

Gli effetti negativi sia sul piano psicologico – si è passati dalla speranza di un ritorno alla normalità dopo più di due anni di pandemia alla paura di una terza guerra mondiale – che economico, politico e sociale stanno diventando mese dopo mese un baratro sempre più profondo per tante famiglie al limite della soglia di povertà. Il Governo deve agire, subito, e una mossa potrebbe riguardare lo sconto contributivo.

Bonus da 200 euro, il raddoppio per i lavoratori dipendenti

La Legge di Bilancio ha previsto uno sconto contributivo dello 0,8% che potrebbe a breve raddoppiare fino all’1,6% comportando un beneficio totale di 223 euro nell’anno in corso per redditi da lavoro di 30 mila euro lordi annui. L’erogazione dovrebbe avvenire automaticamente secondo quanto stabilito dal Decreto Aiuti e coinvolgerebbe i lavoratori dipendenti con redditi fino a 35 mila euro. Ad essere incrementata la busta paga di luglio che potrebbe rivelarsi, dunque, ancora più ricca di quanto atteso. I datori di lavoro dovranno anticipare il denaro per recuperare, poi, il credito maturato verso lo Stato inviando la denuncia Uniemens. L’inoltro all’INPS deve essere effettuato ogni mese per dare le indicazioni sulla retribuzione e la contribuzione del dipendente.

I requisiti di accesso allo sconto contributivo

Per poter ottenere il raddoppio del Bonus occorrerà soddisfare due specifici requisiti. Il dipendente dovrà avere usufruito per almeno un mese dello sconto contributivo dello 0,8% nel periodo gennaio/aprile 2022 previsto per i lavoratori con retribuzione mensile inferiore a 2.692 euro. Il secondo requisito è l’assenza di trattamenti pensionistici e del Reddito di Cittadinanza.

Oltre al taglio del cuneo fiscale, poi, ricordiamo che nel mese di luglio dovrebbero arrivare ulteriori misure riguardanti le bollette di luce e gas e il carburante che, come visto negli ultimi giorni, ha raggiunto nuovamente prezzi elevati sopra i due euro.