La soluzione al rincaro energetico: comodamente dal balcone di casa

Il rincaro energetico è senza dubbio oggi una delle problematiche più sentite dagli italiani. La soluzione però esiste.
Il rincaro delle bollette riferite alle utente dell’energia elettrica ha prodotto nelle ultime settimane enormi disagi per le famiglie italiane e non solo. La crisi generale che ha investito il nostro paese all’indomani dell’epidemia di covid e successivamente dell’inizio del conflitto in Ucraina. Oggi insomma la situazione è più critica che mai. La soluzione però potrebbe essere dietro l’angolo.
Bollette da capogiro? Tutta colpa di questi 5 elettrodomestici mangia energia
Il bilancio familiare letteralmente travolto dal rincaro del costo dell’energia. Considerando la presenza ormai dominante nelle case degli italiani di elettrodomestici di ogni tipo si può comprendere più che bene quale sia il livello di disagio delle stesse famiglie. La soluzione per uscire da questa condizione però esiste e di fatto è tutta racchiusa tutta in un nuovo concetto di visione del mondo tutto sommato. L’istallazione di pannelli fotovoltaici, ad esempio.
Risparmiare in bolletta e preservare l’ambiente, questo significa, oggi, installare per casa propria pannelli fotovoltaici. Nel nostro paese, ad esempio, al giorno d’oggi l’8% delle famiglie non è in grado di sostenere un sistema di riscaldamento appena soddisfacente. I dati dell’Osservatorio italiano sulla povertà energetica ci dicono che sono 4 milioni le famiglie che spendono più del 10% del reddito prodotto per pagare quelli che sono i più basilari servizi energetici.

La soluzione al rincaro energetico: l’iniziativa lanciata da Legambiente e Enel X

A tal proposito Legambiente ed Enel X hanno lanciato un crowfounding per sostenere le famiglie in difficoltà in questa fase. Il sito Legambiente raccoglierà le varie donazioni aperte non solo ai singoli cittadini ma anche a imprese e associazioni. L’iniziativa prevede inoltre una campagna itinerante che dall’8 al 27 giugno darà tappa in nove città italiane: Napoli (8 giugno), Brindisi (10 giugno), Palermo (13 giugno), Roma (15 giugno), Cagliari (18 giugno), Firenze (21 giugno), Torino (23 giugno), Milano (25  giugno), Bologna (27 giugno).
Ovviamente nel corso delle varie tappe saranno previsti incontri ed appuntamenti. Iniziative atte a sensibilizzare i cittadini rispetto all’utilizzo di nuove fonti d’energia più economiche e rispettose dell’ambiente. Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente in merito alla stessa iniziativa ha cosi dichiarato: “Con la campagna #UnPannelloInPiù che ci vede al fianco di Enel X vogliamo offrire una risposta concreta al caro bollette e alle disuguaglianze sociali. Negli ultimi mesi il tema dell’aumento delle bollette e il conflitto in corso tra Russia e Ucraina hanno generato molta preoccupazione soprattutto per le famiglie che non godono di un reddito elevato”.
L’iniziativa insomma si pone l’obiettivo di sensibilizzare ed intervenire praticamente per provare a risollevare quella che è la condizione di moltissime famiglie italiane. “Dare alle famiglie un contributo economico per pagare la bolletta – continua Stefano Ciafani –  sarebbe una soluzione risolutiva nel breve termine. Per questo è fondamentale, da un lato, che il governo acceleri lo sviluppo delle fonti rinnovabili per sostituire le fossili. Velocizzi, inoltre,  l’autorizzazione di grandi impianti industriali e definisca delle regole per realizzare le comunità energetiche. Dall’altro lato – conclude –  è importante dare ai cittadini anche una soluzione di welfare strutturale. Il tutto con strumenti per l’autoproduzione da energie rinnovabili e in grado di portare benefici duraturi”.
Chiaramente sulla stessa lunghezza d’onda è Andrea Scognamiglio, Responsabile Globale e-Home di Enel X: “L’iniziativa #UnPannelloInPiù nasce con questo spirito e con lo stesso principio del caffè sospeso. Anche un solo pannello in più può fare la differenza.  Ognuno di noi lo può donare dando un contributo per aiutare le famiglie in povertà energetica. Questo per fare in modo di far risparmiare loro fino al 25% l’anno in bolletta per i prossimi 20 anni. Siamo felici di poter supportare Legambiente in questa iniziativa solidale ed energetica donando anche i primi 50 pannelli e contiamo sull’apporto di tutte le persone per renderla un successo”.
Un’ottima iniziativa insomma dalla parte dei cittadini in difficoltà e dell’ambiente. La sfida è lanciata sperando che siano in tanti a raccoglierla per fare in modo che quanti più cittadini possano godere dei vantaggi immaginati.