A luglio la busta paga varrà oro, pioggia di euro grazie a tre bonus: ci saranno esclusi dalla festa?

La busta paga del mese di luglio si rivelerà più ricca che mai. Ben tre agevolazioni andranno ad aumentare l’importo mensile per la felicità dei lavoratori.

A metà estate i lavoratori potranno gioire sotto il sole grazie ad una busta paga generosa grazie alla quattordicesima, al Bonus 200 euro e al rimborso del 730. Non tutti, però, potranno sorridere.

busta paga luglio
Adobe Stock

Un’estate che si preannuncia bollette sta per cominciare e i lavoratori fremono in attesa della busta paga del mese di luglio. Come da consuetudine, infatti, nel settimo mese dell’anno viene erogata la quattordicesima, una mensilità aggiuntiva che i dipendenti ricevono come sostegno al reddito. Soprattutto nel 2022 avere una somma di denaro aggiuntiva rappresenta un momento importante per poter respirare tra rincari e spese onerose. L’attesa, dunque, è frenetica ma lo diventerà ancora di più sapendo che oltre alla quattordicesima il mese di luglio porterà altri importi in più in busta paga. Nello specifico, ci sono altri due motivi per cui esultare, il Bonus 200 euro e il rimborso del 730.

Busta paga di luglio più ricca con il Bonus 200 euro

Il governo ha deciso di aiutare economicamente la popolazione erogando un Bonus da 200 euro una tantum ad un’ampia platea di beneficiari. Circa 31 milioni di italiani riceveranno la somma aggiuntiva in busta paga oppure in altra modalità in base alla categoria di appartenenza. Il Bonus verrà erogato ai lavoratori dipendenti, ai pensionati, ai lavoratori domestici e alle badanti, ai disoccupati percettori di Naspi, ai lavoratori autonomi, agli stagionali e ai percettori del Reddito di Cittadinanza.

Requisito da rispettare è il reddito inferiore a 35 mila euro. L’erogazione avverrà automaticamente in base ai dati in possesso dall’INPS – per questo motivo si rischia di dover restituire la somma a fine anno – e secondo modalità differenti. Le indiscrezioni indicano luglio come il mese di erogazione del Bonus una tantum.

Il rimborso del 730, un bonus ma non per tutti

Nella busta paga nel mese di luglio tanti cittadini potranno già trovare l’importo del rimborso del 730. Una somma differente da contribuente a contribuente legata alla dichiarazione dei redditi. La data di inoltro del modello 730 è determinante per stabilire la tempistica del rimborso. Solamente coloro che invieranno entro oggi il documento potranno trovare nella busta paga di luglio la somma spettante. Tardando nell’invio, invece, si dovranno attenere i mesi successivi ricordando che il termine ultimo è il 30 settembre 2022. Non volendo attendere, dunque, è bene procedere immediatamente con la compilazione del modello 730 precompilato disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In questo modo si potrà avere una ricca busta paga tra due mesi.