Allarme, richiamato prodotto in vendita da Lidl: attenti alla data di scadenza

Attenzione è stato di recente richiamato un prodotto messo in vendita da Lidl per potenziale presenza di Aflatossine. Ecco di quale si tratta.

In base a quanto si evince dal sito del Ministero della Salute è stato di recente richiamato un prodotto per via della potenziale presenza di Aflatossine. Entriamo quindi nei dettagli per vedere di quale si tratta e tutto quello che c’è da sapere in merito.

richiamo lidl
Foto © AdobeStock

La buona alimentazione è senz’ombra di dubbio molto importante per il nostro benessere sia dal punto di vista fisico che mentale. Proprio per questo è fondamentale stare sempre molto attenti a tutto ciò che mangiamo. Diversi sono i prodotti messi in vendita sugli scaffali dei supermercati, molti dei quali all’apparenza sembrano identici, anche se nella realtà dei fatti non è così.

A tal proposito giungono fortunatamente in nostro aiuto il Ministero della Salute e le varie autorità competenti, che provvedono a segnalare possibili contaminazioni alimentari. Proprio in tale ambito, pertanto, interesserà sapere che di recente è stato richiamato un prodotto messo in vendita da Lidl. Il motivo? La potenziale presenza di Aflatossine. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Allarme aflatossine, richiamato prodotto in vendita da Lidl: tutto quello che c’è da sapere

Diversi sono i prodotti ultimamente ritirati dagli scaffali, tra cui un prodotto messo in vendita da Lidl. Ebbene, in base a quanto si evince dal Ministero della Salute sul proprio portale sugli Avvisi di sicurezza e ai Richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori, sono stati di recente oggetto di richiamo, in via precauzionale, alcuni lotti dei Cornflakes di mais da Agricoltura Biologica con marchio di Crownfield.

I cornflakes oggetto di richiamo sono commercializzati da Lidl Stiftung e prodotti dall’azienda Nordgetreide GmbH Co. KG presso lo stabilimento di Macklenbruger Str. 202 23568, a Lübeck, in Germania. Entrando nei dettagli si tratta delle confezioni da 375 grammi, con le seguenti date di scadenza o termine minimo di conservazione. Ovvero 29/05/2023; 30/05/2023 e 04/06/2023.

Il motivo del richiamo, come già detto: “Potenziale presenza di Aflatossine. In attesa chiarimento delle Autorità Sanitarie“. Come si legge nelle avvertenze dell’avviso di richiamo: “Si pregano i consumatori di non consumare il prodotto e di restituirlo”. Si precisa, inoltre, che analoghi prodotti con date di scadenza o termine minimo di conservazione differente non sono oggetto di richiamo e possono essere tranquillamente consumati.