Agenzia delle Entrate, rimborsi in arrivo: come funziona e chi ne ha diritto

Attenzione, rimborsi in arrivo da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ecco come funziona e chi ne ha diritto.

Buone notizie in arrivo per molti contribuenti che a breve potranno beneficiare di importanti rimborsi da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ma chi ne ha diritto? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

rimborso euro agenzia entrate
Foto © AdobeStock

Impegni di lavoro, famigliari, hobby e molto altro ancora. Sono davvero tante le cose da fare e che richiedono inevitabilmente la nostra attenzione. Non stupisce, quindi, che possa capitare a tutti, prima o poi di perdersi nei meandri burocratici. Diversi, d’altronde, sono gli adempimenti con cui dover fare i conti e chi portano ad avere spesso a che fare con l’Agenzia delle Entrate.

Proprio soffermandosi sul noto ente, in effetti, interesserà sapere che giungono finalmente buone notizie per molti contribuenti. Sono in arrivo, infatti, importanti rimborsi da parte proprio dell’Agenzia delle Entrate. Ma chi ne ha diritto e soprattutto come funziona? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Agenzia delle Entrate, attenzione, rimborsi in arrivo: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già detto che sono in arrivo importanti rimborsi da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ma chi ne ha diritto? Ebbene, questo sarà possibile grazie alla dichiarazione dei redditi. A tal proposito, ricordiamo, abbiamo già visto come sia importante prestare attenzione alla dichiarazione dei redditi, in quanto nel 2022 sarà possibile risparmiare sulle tasse grazie a diversi bonus e detrazioni.

Ebbene, propria la dichiarazione dei redditi, in effetti, consente di beneficiare di una serie di rimborsi per le alcune spese sostenute. Tra queste si annoverano le spese dell’affitto o del mutuo. Ma non solo, anche le spese mediche, sanitarie e così via. Chi ha sostenuto delle spese per cui si ha diritto ad un rimborso tramite dichiarazione dei redditi, quindi, deve provvedere a presentare proprio tale dichiarazione.

Entrando nei dettagli, ad esempio, chi presenterà la dichiarazione dei redditi entro il mese in corso potrà beneficiare dei relativi rimborsi già nel mese di luglio. Un discorso, quest’ultimo, valido sia nel caso di lavoratori che pensionati. A tal proposito è bene ricordare che se la presentazione del modello 730 avviene senza sostituto d’imposta, allora è la stessa Agenzia delle entrate a pagare il rimborso.