Dichiarazione dei redditi, pagare meno tasse è possibile: la soluzione che non ti aspetti

Buone notizie per molti contribuenti che nel 2022 potranno pagare meno tasse. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Occhio alla dichiarazione dei redditi, in quanto nel 2022 sarà possibile risparmiare sulle tasse grazie a diversi bonus e detrazioni.

pagare meno tasse
Foto © AdobeStock

Lavoro, famiglia, interessi personali e tanto altro ancora. Sono davvero tanti gli impegni quotidiani che richiedono nella maggior parte dei casi la nostra massima attenzione. Tra questi si annovera senz’ombra di dubbio la dichiarazione dei redditi che dovrà essere presentata, ovviamente, anche nel corso del 2022.

A proposito di quest’ultima interesserà sapere che sarà possibile pagare meno tasse grazie a tutta una serie di bonus e detrazioni. Ma di quali si tratta e soprattutto come beneficiarne? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

Dichiarazione dei redditi, pagare meno tasse è possibile: tutto quello che c’è da sapere

Abbiamo già avuto modo di vedere che chi è disordinato e ha poca memoria rischia di pagare più tasse. Proprio soffermandosi su quest’ultime, inoltre, interesserà sapere che sarà possibile risparmiare nel corso del 2022 grazie a diversi bonus e agevolazioni. Questo sarà possibile sia nel caso in cui si presenti la dichiarazione 730 che il modello Redditi 2022.

Risparmiare sulle tasse, è bene ricordare, è possibile grazie a tutta una serie di detrazioni o deduzioni. Nel corso del 2022, ad esempio, sarà possibile pagare meno imposte grazie ai crediti fiscali, come ad esempio le detrazioni maturate eventualmente da coloro che hanno usufruito di un bonus edilizio.

Ma non solo, da non dimenticare le spese mediche e tutta una serie di costi deducibili e detraibili che consentono di risparmiare appunto sulle tasse. Tra le spese e i costi detraibili al 19%, ad esempio, si annoverano quelli inerenti il canone di locazione, ma anche interessi passivi sul mutuo, spese funebri e asilo nido.

Da non dimenticare, poi, la possibilità di beneficiare delle detrazioni fiscali anche per le spese veterinarie, così come quelle per l’acquisto di cani guida per persone non vedenti.
In sede di dichiarazione dei redditi, pertanto, è bene ricordarsi di tutte le spese sostenute nel corso dell’anno precedente e che possono permettere di risparmiare sulle tasse.