Nuovo codice della strada, multe anche ai pedoni: cosa non dobbiamo mai fare

Occhio al nuovo codice della strada! Multe salate anche per i pedoni che non rispettano determinate regole. Ecco cosa non dobbiamo mai fare.

Brutte notizie anche per i pedoni che se non rispettano le regole del Codice della Strada rischiano di essere multati. Ma per quale motivo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

nuovo codice della strada pedoni
Fonte: Pixabay

Sono davvero tanti i costi con cui dover fare puntualmente i conti e che finiscono per pesare sulle nostre tasche. A partire dalle bollette, passando per l’alimentazione fino ad arrivare alle piccole esigenze quotidiane, in effetti, sono diverse le voci che vanno a pesar3e sul bilancio famigliare. Se tutto questo non bastasse, in alcuni casi ci si può ritrovare a dover fare i conti con spese non programmate, come ad esempio delle multe.

Proprio per evitare spiacevoli sorprese, pertanto, è sempre bene prestare attenzione ai possibili cambiamenti normativi, come ad esempio alle novità del Codice della strada in quanto vi sono alcuni errori che possono costare davvero molto caro. Non parliamo solo degli automobilisti, ma anche dei pedoni. Entriamo quindi nei dettagli per vedere cosa non dobbiamo mai fare e tutto quello che c’è da sapere in merito.

Nuovo codice della strada, multe anche ai pedoni: gli errori da non commettere

Come già detto, anche i pedoni devono rispettare le regole del Codice della strada. Come si evince dal comma 10 dell’articolo 190 del Codice della Strada, “Comportamento dei pedoni“, così come riportato sul sito dell’Aci, infatti, in caso contrario si rischiano multe da 26 euro a 102 euro. Ma per quale motivo?

Come si evince dal comma 1 dell’articolo del Codice della Strada poc’anzi citato, ad esempio:  “I pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti, devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione“.

Ma non solo, al di fuori dei centri abitati è obbligatorio camminare “in senso opposto a quello di marcia dei veicoli sulle carreggiate a due sensi di marcia e sul margine destro rispetto alla direzione di marcia dei veicoli quando si tratti di carreggiata a senso unico di circolazione“.

Attenzione anche all‘attraversamento pedonale, in quanto anche in questo caso sono previste delle apposite regole che devono essere rispettate. In particolare bisogna attraversare sulle strisce pedonali o appositi sottopassi. In assenza di quest’ultimi si deve attraversare la strada in senso perpendicolare, prestando ovviamente sempre la massima attenzione ed evitando di creare situazioni di pericolo sia per se stessi che per gli altri.