Vivere più a lungo, il sogno di tutti: con questi alimenti oggi si può

Parliamo in questo caso di una delle ambizioni più forti di ogni essere umano. Il sogno nemmeno poi tanto proibito, si direbbe.

Quante volte abbiamo letto o sentito di ricette speciali per particolari cure del corpo, per ottenere dunque particolari risultati, fare in modo che l’organismo, il fisico resistano al trascorrere inesorabile degli anni. Tante, forse troppe volte. Cure per qualsiasi cosa, ricette per qualsiasi ambizione, possibile o meno. Oggi su una di queste riflessioni, chiamiamole cosi, pare ci sia una posizione comune tra più rappresentanti del settore.

Verdure di stagione
Fonte Adobe Stock

Negli ultimi anni abbiamo visto quanto sia difficile associare ad una corretta condotta alimentare l’ambizione di scampare a quelli che sono i più grandi mali, traumi forse dei nostri tempi. Malattie, infezioni, patologie d’ogni tipo. Insomma è indubbio che spesso attraverso al forma fisica ricercata nel miglior modo possibile, la cura dell’alimentazione si ambisca a qualcosa di molto più prezioso e forse irraggiungibile.

Quello che sappiamo, cosi come ampiamente dimostrato negli anni da stimati professionisti in ambito scientifico è che certamente una sana alimentazione può portare ad rilevante allungamento della vita, questo è praticamente fuori discussione. Chiaramente il tutto merita un ampio condizionale perchè non esiste ricetta scientificamente approvata ma soltanto ipotesi, teorie certo dimostrate che possono però non considerare numerosi altri accadimenti potenzialmente riscontrabili. Una malattia ad esempio.

Il sogno di ogni essere umano: lo studio che confermerebbe il potere di determinati alimenti

In linea di massima siamo abbastanza consapevoli del fatto che nell’intero panorama alimentare esistano cibi, alimenti per l’appunto che possono in qualche modo garantire in qualche modo una vita lunga. Certo almeno in teoria. Un recente studio che arriva direttamente dall’Università del Wisconsin ha parlato nello specifico di tre particolari cibi che possono in qualche modo contribuire all’allungamento della vita.

La ricerca in questione firmata dal professor Walter Longo ci sarebbe bisogno, per vivere sai e a lungo di una dieta a base di carboidrati di origine vegetale. Inoltre ci sarebbe bisogno in linea di massima di assumere meno proteine ed in alcuni casi addirittura di digiunare. Una sorta di dieta della longevità, cosi come è stata ormai ribattezzata l’indicazione alimentare scaturita dallo studio in questione. Possiamo dire ad esempio che il generalmente il 30% delle calorie quotidiane dovrebbe arrivare da grassi salutari. Con ciò pensiamo a quelli di noci, pesche e olio d’oliva.

Cibi integrali e verdure inoltre dovrebbero essere in linea di massima preferiti ad altri tipi di alimenti. Inoltre, per aumentare la longevità bisognerebbe, dice lo studio in questione, prendere in considerazione dei periodi di digiuno. “Assumere cibo durante la giornata nell’arco di dodici ore”, questa l’indicazione degli esperti, nel resto delle ore chiaramente bisognerebbe non assumere alcun alimento. Parliamo in questo caso di “digiuno intermittente”.

In merito alle teorie precedenti però non è chiaro a tutti gli scienziati in campo come in effetti ciò possa portare ad esclusivi vantaggi. Questo in ogni caso  e non a patologie particolari o a qualche tipo di disturbo. Tutti sono invece d’accordo circa l’utilizzo di alimenti freschi rispetto a quelli trattati, su questo, in merito a questa posizione, dunque non vi è alcun dubbio da parte degli esperti.

Il segreto per la longevità insomma potrebbe esistere. Questo, anche se non tutti i punti sono in qualche modo certificati. Oppure, forse per dire meglio la propria efficacia in alcuni casi avrebbe bisogno di uno studio maggiormente approfondito. La ricetta insomma potrebbe esserci. Vivere sani e vivere di più, ma forse anche in merito a questa possibilità tra qualche anno avremo le idee molto più chiare. Vivere a lungo, certo, ma come, vivere il più possibile, perfetto, ma mangiando cosa esattamente. La strada è forse vicina, la cosa fattibile, ma come anticipato, sempre forse, non propriamente ora.